Bibliostoria

Novità in biblioteca, eventi e risorse web interessanti per la storia


Lascia un commento

Digital Public Library of America

La Digital Public Library of America (DPLA) fornisce un unico accesso alle collezioni digitali americane. Le risorse all’interno del portale sono rappresentative del patrimonio culturale della nazione e sono accessibili e fruibili in modalità open access.

La DPLA, lanciata nel 2013, contiene oggi circa 16 milioni di oggetti digitali, provenienti da 2.300 istituzioni, tra cui biblioteche, archivi, musei, accessibili liberamente a studenti, insegnanti, ricercatori e al vasto pubblico.

I documenti sono ricercabili attraverso una mappa e una timeline oppure per argomento.
Il sito cura delle mostre virtuali tematiche sulla storia americana con il supporto di varie fonti documentali, tra cui lettere, fotografie, poster, storia orale, video clip, musica e molto altro.

Il materiale è coperto dalla licenza Creative Commons Attribution 3.0. Ulteriori informazioni sono consultabili alla pagina DPLA Terms of Service.

Annunci


Lascia un commento

The Suffrage Postcard Project

220px-Milhousdrawing

It Doesn’t Unsex Her–a women’s suffrage postcard from 1915. Fonte: Wikipedia

Il sito The Suffrage Postcard Project è un’iniziativa a cura di Kristin Allukian, The University of South Florida e Ana Stevenson, University of the Free State, South Africa.

Il progetto si concentra sulle illustrazioni e immagini di mascolinità e paternità che circolarono negli Stati Uniti durante i primi anni del Novecento, nelle cartoline pro e anti suffragio.
Molto fu detto e pubblicato sulla rappresentazione delle donne, ma gli studiosi spesso trascurarono l’aspetto della virilità, che fu ugualmente centrale nella costruzione del dibattito.
Le immagini contenute nel sito furono pubblicate tra il 1909 e il 1919, la decade che portò all’approvazione del XIX emendamento della Costituzione che concesse il voto alle donne.

Oltre alla ricerca è possibile scorrere le collezioni o le cartoline; il sito è inoltre corredato da un’interessante bibliografia sull’argomento.


Lascia un commento

The Hawaiian gazette

 

thumbnail

Tra le collezioni digitalizzate della Library of Congress troviamo il periodico The Hawaiian gazette, che ci permette di conoscere la storia dell’arcipelago delle Hawaii, facenti parte degli Stati Uniti d’America dal 1959.

Il periodico fu pubblicato a Honolulu, principalmente in inglese, a partire dal 1865 fino al 1918.
Durante i 53 anni della sua esistenza, la rivista ha documentato le quattro monarchie Hawaiane, il rovesciamento del Regno, l’annessione agli Stati Uniti d’America e la nascita del Territorio delle Hawaii.

Oltre alle notizie locali e internazionali, sono riportate notizie riguardanti gli orari e la programmazione delle navi, le statistiche di import e export, le cifre relative al consumo dello zucchero e un’ampia varietà di pubblicità commerciale.


1 Commento

Mappe declassificate della CIA online

Per festeggiare il 75° anniversario del suo Centro cartografico, nato nel 1941, la Central Intelligence Agency (CIA) ha deciso di mettere a disposizione e condividere diversi album di mappe declassificate, che rappresentano decenni di attività del centro.

Dal fronte russo del 1942 alla popolazione di elefanti minacciati in Africa nel 2013, le mappe rappresentano un archivio che documenta il coinvolgimento americano nei conflitti e nelle crisi globali.

Dal 1941 il Centro cartografico ha raccontato la storia della ricostruzione dopo la Seconda guerra mondiale, la crisi di Suez, la crisi missilistica cubana, la Guerra delle Falklands e molti altri eventi storici. La sua missione è quella di fornire una vasta gamma di mappe, analisi geografiche e ricerche a supporto della CIA e della Casa Bianca.

I materiali sono ospitati su Flickr e generalmente non sono soggetti a copyright. Ogni informazione sull’utilizzo delle immagini è riportata nelle pagine del Governo americano dedicate a U.S. Government Works.


Lascia un commento

U.S. Intelligence on Europe, 1945-1995: nuova banca dati di storia contemporanea

cover

Con il contributo della nostra Biblioteca è stato acquistato l’archivio U.S. Intelligence on Europe 1945-1995 dell’editore Brill.

Si tratta di una raccolta di oltre 4.000 documenti del governo degli Stati Uniti relativi alle attività di intelligence in Europa dalla fine della seconda Guerra Mondiale al 1995.

L’archivio va ad arricchire il ramo della biblioteca digitale dedicato alla storia contemporanea e alle relazioni internazionali. Sono infatti già disponibili:

U.S. Declassified Documents Online

Post-War Europe: Refugees, Exile and Resettlement, 1945-1950

Middle East Online: Arab-Israeli Relations, 1917-1970

L’accesso è consentito dalle postazioni all’interno dell’Ateneo o da reti esterne, autenticandosi off-campus alla Biblioteca digitale.

La stampa e la copia del materiale recuperato sono consentite, in modo non sistematico, per uso personale di studio o di ricerca. Il materiale non può essere usato a scopo di lucro.


Lascia un commento

Wilson center digital archive: documenti non più secretati di governi e istituzioni di tutto il mondo

Wilson center digital archive - Sezione sulla fine della guerra fredda http://digitalarchive.wilsoncenter.org/

Wilson center digital archive – dossier sulla fine della guerra fredda http://digitalarchive.wilsoncenter.org/

Risorsa interessante per lo studio della storia contemporanea e delle relazioni internazionali, il Wilson Center Digital Archive offre l’accesso a documenti un tempo secretati ed ora resi disponibili (digitalizzati, trascritti e talvolta tradotti) appartenenti a governi ed istituzioni di tutto il mondo.

Pensato per le esigenze di studenti ed insegnanti, le risorse documentarie oltre ad essere ricercabili sono suddivise in percorsi tematici specifici, accessibili dalla sezione “collections”.
Tra queste segnaliamo:

Sicuramente da segnalare sono l’interfaccia di ricerca avanzata molto accattivante ed efficace e la completezza delle informazioni fornite per ciascun documento.
A titolo di esempio, ecco la scheda relativa ad uno dei documenti contenuti nella collezione United States-Soviet Relations:

FROM THE CABLE ABOUT CONVERSATION BETWEEN A.A. GROMYKO AND PRESIDENT KENNEDY

document summary 1

Il progetto si inserisce nel più ampio History and Public Policy Program (maggiori informazioni sul Wilson center a questa pagina: https://www.wilsoncenter.org/about-the-wilson-center).


Lascia un commento

Amistad: storia di un ammutinamento per la libertà

amistad

Rivolta sulla nave Amistad- da wikipedia.en

2 luglio 1839: sulla nave Amistad, che trasporta schiavi della Sierra Leone verso Cuba, scoppia una rivolta. La rotta della nave viene deviata ed approda infine nel Connecticut: le ripercussioni sulla vita politica americana e sul movimento abolizionista saranno fortissime. La corte suprema degli Stati Uniti, supportata dall’ex presidente John Quincy Adams,  dichiara infatti gli ammutinati vittime di un sequestro, con il diritto di recuperare la propria libertà in qualunque modo.

Per farsi un’idea…

Leggi in biblioteca…

  • La ribellione dell’Amistad : un’odissea atlantica di schiavitù e libertà / Marcus Rediker ; traduzione di Francesco Peri. – Milano : Feltrinelli, 2013. – 318 p., [8] carte di tav. : ill. ; 22 cm
  • Mutiny on the Amistad : the saga of a slave revolt and its impact on American abolition, law, and diplomacy / Howard Jones. – New York ; Oxford : Oxford university press, 1987. – IX, 271 p. ; 21 cm.

Approfondimento…