Bibliostoria

Novità in biblioteca, eventi e risorse web interessanti per la storia


Lascia un commento

Studi di storia medioevale e di diplomatica – Nuova serie

homepageImage_it_IT.png.pagespeed.ce.6PcaOK4UGk

Studi di Storia Medioevale e di Diplomatica – nuova serie è una rivista Open Access pubblicata con cadenza annuale dal Dipartimento di Studi Storici dell’Università degli Studi di Milano sulla piattaforma di “Riviste UNIMI”, nel rispetto dei criteri necessari per l’accreditamento tra le riviste scientifiche.

La pubblicazione si connota per la stretta interrelazione tra due aree disciplinari, distinte ma contermini: quella degli storici medievisti e quella dei paleografi, diplomatisti, codicologi.

La nuova serie nasce come prosecuzione dell’omonima pubblicazione promossa nel 1976 da Giuseppe Martini, Giorgio Costamagna, Maria Franca Baroni e Gigliola Soldi Rondinini, professori dell’Università degli Studi di Milano. Tutti agli articoli apparsi nella serie cessata, uscita con regolarità fino al 2001, sono ora disponibili in formato .pdf ricercabile nella sezione Archivio del sito.

Il Comitato Scientifico è composto da Giuliana Albini (direttore responsabile) e Beatrice Del Bo, Marta Calleri, Cristina Carbonetti, Nadia Covini, Andrea Gamberini, Clelia Gattagrisi, Paolo Grillo, Liliana Martinelli, François Ménant, Hannes Obermair, Roberto Perelli Cippo, Daniel Pinol, Antonella Rovere, Francesco Senatore, Francesca Vaglienti, Martin Wagendorfer.

Il Comitato di Redazione è composto da Elisabetta Canobbio, Marta Mangini (segretaria), Fabrizio Pagnoni.

Per contatti e per sottoporre proposte di pubblicazione scrivere a redazione.ssmd@unimi.it.

Annunci


Lascia un commento

Archivio del quotidiano “La Notte”

Schermata-2015-01-02-alle-15_47_45-292x300

Un lettore de’ «La Notte» http://www.apice.unimi.it/?page_id=1524

Tra le collezioni del Centro Apice (Archivi della Parola, dell’Immagine e della Comunicazione Editoriale) della nostra Università, segnaliamo l’archivio del quotidiano “La Notte”.

«La Notte» è stato un quotidiano del pomeriggio pubblicato a Milano dal 1952 al 1995, fondato dall’industriale Carlo Pesenti con l’obiettivo politico di ottenere il consenso dell’opinione pubblica a favore della legge elettorale maggioritaria, nota come “legge truffa”, varata per le elezioni del 1953. Nonostante le intenzioni di Pesenti, che prevedeva per «La Notte» una breve vita, legata alla campagna elettorale, sotto la guida di Nino Nutrizio il giornale si impose come quotidiano nazionale di primo piano, con un’alta distribuzione soprattutto a Milano. [..] Negli anni Ottanta cominciò una fase di declino, che portò a vari cambi di proprietà e alla chiusura nel 1995.

L’archivio, che comprende oltre 100.000 fascicoli, è stato inventariato con il contributo della Fondazione Cariplo.

Vi invitiamo a leggere i post pubblicati nel blog relativi ad altre collezioni del centro Apice:

 


Lascia un commento

Istituto Lombardo – Accademia di Scienze e Lettere – Rendiconti di Lettere

L’Istituto Lombardo è stato istituito da Napoleone Bonaparte su modello dell’Institut de France nel 1797 con il compito di raccogliere le scoperte e perfezionare le arti e le scienze (art. 297 Costituzione della Repubblica Cisalpina). La sede venne fissata a Bologna e il regolamento prevedeva 30 membri pensionati e 30 onorari, con membri associati italiani ed esteri, suddivisi in 3 sezioni: scienze fisiche e matematiche; scienze morali e politiche; letteratura e belle arti.

Dal sito La Criée segnaliamo la rivista Rendiconti di Lettere pubblicata dall’Accademia di Scienze e Lettere.
Sono online i volumi 145-148 corrispondenti alle annate dal 2011 al 2014.

La rivista è una pubblicazione open access e peer review; le biblioteche del nostro Ateneo ne possiedono alcune annate in versione cartacea.


Lascia un commento

Cromohs: Cyber Review of Modern Historiography

cromohs_cover

Cromohs è una  rivista annuale, peer-review e open-access edita da Firenze University Press dal 1996.

Grazie a un nuovo comitato editoriale, Cromohs è diventato, dal 2015, un periodico internazionale pubblicato in inglese, punto focale e forum per la storia intellettuale e culturale dal XIV al XIX secolo, pensata in una prospettiva globale.

I campi di interesse della rivista riguardano la storia interculturale, intersecandosi con la storia della conoscenza, emozioni, credenze religiose, etnografia, cartografia, ambiente, cultura materiale e arti.

Ogni fascicolo include una sezione per discussioni critiche e recensioni di volumi.


Lascia un commento

Periodici della provincia di Roma tra Ottocento e Novecento

Alessandrina_Periodici04centr_jpg_1944328820

La Biblioteca universitaria Alessandrina ha digitalizzato 80 testate (per un totale di circa 60.000 immagini) di periodici pubblicati nella provincia di Roma tra la fine del XIX e la prima metà del XX secolo pervenuti per diritto di stampa.
“A partire dal 1815 la biblioteca, infatti, ha ricevuto gli esemplari delle opere stampate nello Stato Pontificio e, dal 1870, gli esemplari di quelle stampate da tipografie della provincia di Roma”.

Queste le testate di carattere politico e culturale:

  • L’azione socialista
  • Il domani politico quotidiano
  • L’iniziativa giornale politico repubblicano
  • Il pensiero guelfo democratico cristiano
  • Bianco e nero giornale settimanale d’arte
  • Il giornale del teatro


Lascia un commento

Un secolo di carta: repertorio analitico della stampa periodica veneziana (1866-1969)

venezia

Il repertorio analitico della stampa periodica veneziana si è proposto l’ambizioso obiettivo di individuare e catalogare tutta la stampa periodica (quotidiani, riviste, notiziari, bollettini, annuari, strenne ed almanacchi, numeri unici) pubblicata a Venezia dal 1866 al 1969, senza circoscriverla in specifiche categorie, tipologie, aree tematiche o disciplinari.
Ne è uscito un imponente e innovativo catalogo con le schede di oltre 1.800 esemplari pazientemente e rigorosamente spogliati e descritti da un gruppo di lavoro composto da 18 studiosi e ricercatori.


					
		
	


Lascia un commento

Periodici e riviste preunitarie

La collezione presenta la digitalizzazione di oltre sessanta testate, edite dal 1668 al 1916 , presenti prevalentemente presso la Biblioteca nazionale di Roma, la Biblioteca di storia moderna e contemporanea di Roma, la Biblioteca universitaria di Pisa.

Tra i giornali più antichi e più noti ricordiamo:

Il giornale de’ letterati, uno dei primi esempi di periodico italiano fondato il 28 gennaio 1668 a Roma

La frusta letteraria, periodico quindicinale pubblicato tra il 1763 e il 1765

Il monitore italiano, giornale politico milanese, nato nel 1798

Il Conciliatore, periodico statistico-letterario che uscì dal 1818 al 1819