Bibliostoria

Novità in biblioteca, eventi e risorse web interessanti per la storia


1 Commento

Biblioteca del Senato: Archivio giornali storici in digitale

L’archivio digitale dei giornali antichi, disponibile presso il sito della Biblioteca del Senato, comprende, tra quotidiani e periodici, circa sessanta riviste pubblicate in Italia fra il XVIII e il XIX secolo.

senato

Molte riviste, risalgono all’epoca risorgimentale, come ad esempio Il 22 Marzo, uscita in concomitanza con le Cinque giornate di Milano. Non mancano inoltre, giornali appartenenti al periodo illuministico e romantico, come Il Caffè di Pietro Verri. E’ presente anche Il corriere delle dame “Giornale di mode, letteratura, belle arti, teatri e notizie politiche”, un settimanale di moda illustrato avviato a Milano nel giugno del 1804 per opera del giornalista Giuseppe Lattanzi (1762-1822) e diretto dalla moglie Carolina Arienti (1771-1818).

L’archivio permette di:

  • sfogliare i numeri delle singole riviste
  • salvarli in formato pdf e utilizzarli su supporti personali di memoria esterna
Annunci


Lascia un commento

Archivio dei periodici musicali italiani

L’archivio di periodici musicali italiani del CIRPeM (Centro internazionale di ricerca dei periodici musicali) copre l’arco temporale dall’inizio del XIX secolo ai giorni nostri ed è disponibile sul portale Internet Culturale.
Cirpem_Periodici01_jpg_1944329989

I periodici di interesse musicale costituiscono una risorsa fondamentale per la ricerca storica sulla musica e le sue implicazioni economiche e sociali degli ultimi duecento anni. Il sistema produttivo ad essa legato ha costituito la prima “industria” italiana ben prima che maturasse l’idea dell’unità politica della Nazione, e ha comportato necessariamente lo sviluppo di un sistema comunicativo che ne diffondesse le realizzazioni. Dal XIX secolo, quando in Italia è nata una stampa periodica strettamente musicale e teatrale, è fiorita un’editoria specializzata che ha portato alla pubblicazione di centinaia di testate di varia durata e importanza (circa 1600 censite dal CIRPeM dall’inzio del XIX secolo ai giorni nostri). Per ovviare al rischio concreto della dispersione, del degrado e dell’obsolescenza di tale patrimonio di inestimabile rilevanza storica e culturale, e con lo scopo di promuoverne la conoscenza e la diffusione, il CIRPeM avviò la costituzione dell’Archivio e l’apertura al pubblico nel 1985.

La raccolta comprende le testate italiane più significative sull’argomento così suddivise:
1) giornali musicali, testate che si occupano esclusivamente di musica nelle sue varie espressioni;
2) giornali teatrali e giornali di agenzia, testate che si occupano in particolare dell’attività dei teatri;
3) giornali miscellanei, nelle versioni quotidiana e periodica, che si occupano saltuariamente ma in modo significativo dell’attività musicale e musicale/teatrale;
4) riviste musicologiche, che si rivolgono essenzialmente a un pubblico specializzato.