Bibliostoria

Novità in biblioteca, eventi e risorse web interessanti per la storia


Lascia un commento

Liberados del olvido. Memorial sobre la Guerra civil y el franquismo en Aragón

OLVIDO

La Guerra Civile spagnola e la successiva dittatura furono periodi convulsi, caratterizzati dalla repressione, tortura e sparizione di innumerevoli persone in circostanze drammatiche nella regione di Aragona e in tutta la Spagna.

Il portale Liberados del olvido, creato dalla Fundación Bernardo Aladrén, vuole diventare un luogo di ricordo di tutti gli anonimi aragonesi rappresagliati, assassinati, morti o esiliati come conseguenza del colpo di Stato del luglio 1936.
Questa risorsa si basa sull’analisi di fonti documentarie, bibliografiche e di testimonianze personali, che possano contribuire a riconoscere la gravità della guerra civile e della dittatura in Aragona.

La ricerca per nome, località o professione, fornisce informazioni su più di 34.000 persone colpite dalla guerra civile.


Lascia un commento

Biblioteca Virtual del Patrimonio Bibliográfico

msCabecera

La Biblioteca Virtual de Patrimonio Bibliográfico è un progetto del Ministero della Cultura spagnolo e delle Comunità Autonome che ha l’obiettivo di diffondere le collezioni di manoscritti e libri a stampa che costituiscono il patrimonio storico spagnolo, attraverso la digitalizzazione dei fondi.

Nel portale sono visibili in primo piano le collezioni riguardanti la Guerra d’indipendenza spagnola (opere, bibliografie e materiale cartografico).

Tramite la ricerca avanzata è possibile selezionare le risorse anche per materia, tipo di documento e biblioteca.


Lascia un commento

Portal de Víctimas de la Guerra Civil y Represaliados del Franquismo

pares

Il Ministerio de Educación, Cultura y Deporte spagnolo mette a disposizione dei cittadini un portale che facilita l’accesso ai documenti relativi alle vittime della Guerra Civile, dell’esilio e della repressione durante la dittatura franchista.

E’ possibile consultare una banca dati con i riferimenti esistenti negli archivi del ministero, ed eventualmente accedere ai documenti che riflettono le sofferenze e la violazione dei Diritti Umani che patirono gli spagnoli durante quel periodo. Completano la documentazione i riferimenti relativi alla presenza dei rifugiati spagnoli nei campi di concentramento e di sterminio nazista, tratti da fonti straniere.

Per accedere ai documenti digitalizzati è necessario collegarsi al Portale degli Archivi Spagnoli ed effettuare una ricerca avanzata. La ricerca è abbastanza complessa, è consigliabile seguire il tutorial creato appositamente a questo scopo.


Lascia un commento

Archivo histórico del Partido Comunista de España

Il fondo fotografico relativo alla Guerra Civile dell’Archivo Histórico del Partito Comunista de España (collezione digitale della Universidad Complutense di Madrid) è costituito da circa 3.200 fotografie e 2.000 negativi. Il fondo è di notevole interesse non solo per la qualità delle immagini, ma anche per l’importanza degli autori.

Le fotografie sono suddivise in serie:


Lascia un commento

Base de datos de militares republicanos con graduación


[Fondazione Pablo Iglesias, Fondo: GUERRA CIVIL, Entidad: 11ª DIVISIÓN. Sección de Propaganda, Leyenda: II Aniversario del triunfo del Frente Popular : Nadie se aleje de la unidad : ¡Todos unidos para aplastar al fascismo!, Imprenta: [s.n.], Año: [1936?], Lugar: [s.l.], Tamaño: 32 x 88 cm.]
Base de datos de militares republicanos con graduación riporta i nomi dei sostenitori della repubblica durante la guerra civile spagnola che erano nelle forze armate, nelle forze di ordine pubblico o nel “Cuerpo de Carabineros” che compaiono in questi documenti ufficiali:
Gaceta de la República
Diario Oficial del Ministerio de Defensa
Boletín Oficial de la Generalitat de Catalunya
Boletín Oficial del Instituto de Carabineros
Boletín Oficial del Ministerio de Marina y Aire.


Lascia un commento

Archivio fotografico de la Delegacion de Propaganda durante la Guerra civil


[Título: Brigadas Internacionales: Hogar infantil Tahelman; Autor: Albero y Segovia]
L’Archivio fotografico de la Delegacion de Propaganda è un fondo fotografico creato dalla Junta de Defensa di Madrid, le cui origini risalgono al 1936, come fondo propagandistico per denunciare le perdite umane e materiali causate dalla Guerra civile. Nel 1940 l’Archivio venne confiscato dal regime franchista, occultato e usato come strumento di repressione politica.
Il fondo si compone di 3051 immagini, solo una parte del fondo originario. Le fotografie sono realizzate in bianco e nero e montate su supporti di cartone, come di consueto per l’epoca. Sono organizzate per categorie di soggetti, seguendo l’inventario originale.
Potete fare una ricerca libera o per categorie tematiche.


Lascia un commento

E’ stata pubblicata la mappa con l’indicazione di di 2.246 fosse comuni della Guerra Civile spagnola


E’ stato pubblicata sul sito del ministero della Gustizia spagnolo la mappa con l’indicazione di 2.246 fosse comuni della Guerra Civile del 1936-39 e dei primi anni del governo franchista finora localizzate.
Si tratta di un work in progress; nella mappa saranno via via integrate le informazioni ricevute dalle varie autorità pubbliche spagnole e da fondazioni o enti dediti al recupero della memoria storica.
Con bandierine di diversi colori, il sito indica quali fosse sono già state aperte, quali non ancora, e da quali altre i resti delle vittime delle due parti sono stati esumati per essere trasportati, per volere del dittatore, nel mausoleo della Valle dei Caduti (Valle de los Caidos), a nord di Madrid, che nelle intenzioni di Franco avrebbe dovuto riconciliare gli spagnoli seppellendo insieme i caduti delle due fazioni.
Si può accedere direttamente alla mappa, o ricercare attraverso altri criteri:

    Buscador Fosas
    (número de registro, localidad, provincia o Comunidad Autónoma, tipo de intervención, entidad informante, nombre o apellidos de la víctima)
    Buscador Víctimas
    Ricerca delle vittime con diversi criteri (nomi, luoghi, ente che si occupa della memoria storica…)