Bibliostoria

Novità in biblioteca, eventi e risorse web interessanti per la storia


Lascia un commento

Periodico quotidiano Il Lavoro di Genova

Centro_bib_Genova_Lavoro01.jpg_1944328842

Il Centro sistema bibliotecario della Provincia di Genova ha digitalizzato l’importante quotidiano genovese Il Lavoro, in particolare gli esemplari custoditi presso Sala dell’Archivio di Palazzo Doria Spinola, che coprono gli anni dal 1907 al 1958.

Il quotidiano genovese Il Lavoro, (1903-1992) uscì sotto la direzione del parlamentare socialista Giuseppe Canepa, diventando anche sotto il regime fascista la voce delle istanze sociali e sindacali dei portuali genovesi. In seguito organo della federazione socialista ligure, dal 1947 al 1968 ebbe come direttore Sandro Pertini.

Dal 1992 fu assorbito dal quotidiano La Repubblica.


2 commenti

Società Ligure di Storia Patria: biblioteca digitale

testata_storia

Il 22 novembre 1857, in una sala della civica biblioteca Berio un gruppo di intellettuali genovesi dava vita alla Società Ligure di Storia Patria; erano presenti i promotori dell’iniziativa: il marchese Vincenzo Ricci, Michel Giuseppe Canale, Giuseppe Banchero, Federico Alizeri, Emmanuele Celesia, Agostino e Giuseppe Olivieri, cui si erano aggiunti Vincenzo Marchese, Michele Erede, Cornelio Desimoni, Giovanni Papa e molti altri.

I volumi degli «Atti» sono dedicati all’illustrazione della storia genovese nei suoi aspetti più vari, dalla vita privata alla navigazione, dalla numismatica alla cartografia, dall’arte alla stampa, dalla chiesa al costume.
Il progetto di digitalizzazione delle pubblicazioni periodiche della Società è iniziato nel 2011 ed è stato reso possibile grazie al contributo della Compagnia di San Paolo e della Fondazione CARIGE.

E’ ora possibile scaricare in formato PDF o TXT le seguenti collane:

  • « Atti della Società Ligure di Storia Patria », vecchia serie (1858-1970)
  • « Atti della Società Ligure di Storia Patria », serie del Risorgimento (1923-1950)
  • « Atti della Società Ligure di Storia Patria », nuova serie (1960- in continuazione, volumi esauriti)
  • « Giornale Ligustico » (1874-1898)
  • « Giornale storico e letterario della Liguria » (1900-1908)
  • « Giornale storico e letterario della Liguria », nuova serie (1925-1943)
  • Notai liguri dei secoli XII-XV

DAL 2015 NUOVO ACCESSO ALLE COLLEZIONI DELLA SOCIETA’ LIGURE DI STORIA PATRIA DALLA NUOVA URL:

http://www.storiapatriagenova.it/


1 Commento

Territori: il portale italiano dei catasti e della cartografia storica

Milano città. Mappa originale

E’ la realizzazione di un progetto del Ministero per i Beni e le Attività Culturali che ha deciso di mettere a disposizione uno strumento unitario che consenta di accedere via web, contemporaneamente, alla documentazione catastale e cartografica conservata negli Archivi di Stato di Genova, Milano, Trieste e Venezia, ma garantendo, in prospettiva, la possibilità di pubblicare e ricercare, a partire da un unico punto di accesso, anche quelle conservate presso tutti gli altri Archivi di Stato.


Lascia un commento

Materiali del Risorgimento della Biblioteca universitaria di Genova


Sotto l’indicazione di “Materiali del Risorgimento” della Biblioteca universitaria di Genova potete trovare:

    Autografi e carteggi. All’interno di questa sezione vi segnaliamo:

      l’inventario del Fondo Nino Bixio. Si tratta di lettere autografe e documenti (per un totale di circa 3.400 unità inventariali) donati alla Biblioteca nel 1907 da Camillo Bixio figlio quartogenito di Nino.
      Gerolamo Bixio detto Nino (Genova, 1821-Acin, Sumatra 1873), generale e uomo politico, fu volontario nella guerra del 1848 e fu tra i difensori della Repubblica Romana. Seguì Garibaldi nel 1859 e nel 1860 nella spedizione in Sicilia. Nel 1862 entrò nell’esercito regolare comandando nel 1866 con il grado di tenente generale una divisione a Custoza. Fu quindi deputato di Genova nel primo parlamento italiano e nominato senatore nel 1870.
      L’archivio è costituito, in particolare, da circa 500 lettere autografe di Nino Bixio indirizzate alla moglie Adelaide Parodi, al cognato Adolfo Parodi, e a Giuseppe Guerzoni.
      Un secondo nucleo di documenti è caratterizzato dalla corrispondenza ufficiale di Bixio relativa alle campagne del 1859-1860 e 1866 – 1870, da numerose lettere dirette a Bixio generale e deputato tra cui quelle di Agostino Depretis, e da quaderni di studi di argomento militare o politico-militare. Vi è contenuto inoltre il diario originale steso dal Bixio nel 1848-49 sul taccuino rosso donatogli da Goffredo Mameli. I documenti assumono particolare importanza sia nel contesto della storia personale ma soprattutto in relazione alle due ultime guerre di indipendenza (1859 e 1866) e alla spedizione garibaldina in Sicilia.

    Stampe
    Periodici
    Opuscoli e proclami
    Inni musicali