Bibliostoria

Novità in biblioteca, eventi e risorse web interessanti per la storia


Lascia un commento

Europeana Photography

Il progetto Europeana Photography, ovvero EUROPEAN Ancient PHOTOgraphic vintaGe repositoRies of DigitAized Pictures of Historic qualitY, intende riunire diverse collezioni fotografiche provenienti da archivi, biblioteche pubbliche, musei e agenzie di 13 paesi dell’Unione Europea.

Il portale contiene 430.000 fotografie a partire dal 1839 alla fine della Seconda guerra mondiale e le rende per la prima volta disponibili al vasto pubblico.

Le fotografie catturano vita quotidiana, sport, ritratti, paesaggi, politica lungo l’arco dell’Ottocento e durante i difficili anni della guerra.
Alcune foto sono di dominio pubblico, mentre altre sono protette da copyright.

Ecco di seguito i link ai nostri post relativi ai progetti Europeana:

Annunci


Lascia un commento

Tutti a scuola! La storia della scuola con Fotoedu

 Durante l'ora di disegno, 1920 - Istituto magistrale parificato, Ivrea (TO). Ente conservatore: Indire Firenze

Durante l’ora di disegno, 1920 – Istituto magistrale parificato, Ivrea (TO) – Ente conservatore: Indire Firenze

Fotoedu è il progetto di Indire in collaborazione con la Società italiana per lo studio della fotografia nato per valorizzare il ricco patrimonio fotografico che documenta la storia della scuola italiana, a partire dalla fine dell’Ottocento fino agli anni Sessanta del Novecento. In homepage alcuni articoli approfondiscono temi legati alla storia dell’educazione, corredati dalle foto dell’archivio.

All’interno del Catalogo è possibile cercare per parole chiave o usufruire della ricerca guidata che permette di cercare per

 

I testi del sito sono coperti da coopyright, ma le immagini sono protette da licenza creative commons: Attribuzione – Non commerciale – Condividi allo stesso modo 3.0 Italia (CC BY-NC-ND 3.0 IT)


2 commenti

14-18 Immagini della Grande Guerra

Storia_moderna_contemporanea_Grande_guerra01_jpg_1944328943

E’ ora accessibile, nel portale InternetCulturale, la nuova importante collezione digitale di illustrazioni e fotografie relative alla Grande Guerra.

Durante la prima guerra mondiale, illustrazione e fotografia rivestivano particolare importanza: esse infatti avevano un potere di suggestione e di presa sulla società civile, in larga misura analfabeta, che la parola scritta o parlata non aveva.

La collezione comprende Fondi iconografici posseduti da istituzioni diverse:

  • Biblioteca di Storia moderna e contemporanea (Fondo della Grande Guerra con 3.000 testate di giornali italiani e stranieri e 2.000 fotografie)
  • Museo centrale del Risorgimento (Album fotografici della Grande Guerra e vedute panoramiche)
  • Biblioteca nazionale centrale di Roma  (Archivio fotografico Vittorio Emanuele).
  • Biblioteca universitaria Alessandrina (Fondo Guerra).

Putroppo la collezione non è ancora completa, seguiranno aggiornamenti.


Lascia un commento

Africa through a lens: fotografie sull’Africa del Colonial Office dal 1860 al 1980


Africa through a lens è un progetto dei National Archives del Regno Unito. Si tratta della digitalizzazione di una delle collezioni del Colonial Office; appunto, le fotografie che riguardano 20 paesi africani e che sono state scattate fra il 1860 e il 1980. I paesi più rappresentati sono: il Kenya (758 fotografie), il Ghana (713 fotografie), la Nigeria (905 fotografie), l’Africa del sud (560 fotografie) e la Tanzania (337 fotografie).

The collection was brought about by the request of the Secretary of State for the Colonies in 1869. He asked governors to arrange for the taking of photographs of ‘noteworthy buildings and scenery … together with individuals of various races peculiar to the colony’. Each governor interpreted the task in his own way, which has culminated in this unique and varied collection. The original records include what appear to be personal scrapbooks, official albums, printed pamphlets and even framed photographs and paintings. Some images are official public information shots, others are hand drawn sketches. The number of images for each country also varies, depending on how diligently the request was carried out.

L’intera collezione è presente anche in Flickr Commons con i relativi tag.
Da segnalare anche la presenza di podcast (sul progetto, sui metodi di conservazione della collezione, sulla Nigeria, sull’Africa del Sud nel periodo coloniale…) e di link ad altre risorse archivistiche sull’argomento.


Lascia un commento

Album degli archivi norvegesi in flickr commons: fotografie di storia norvegese


[Dronning Maud og kronprins Olav, 1906]
Gli archivi nazionali della Norvegia hanno pubblicato in Flickr Commons un’ampia collezione di fotografie tratte da archivi pubblici e privati scattate dal 1860 ad oggi. Si tratta di fotografie prive di restrizioni di copyright da taggare.
L’Album di Riksarkivet comprende molti aspetti della storia norvegese incluse le vicende belliche della seconda guerra mondiale, i regnanti, foto dei paesaggi e del patrimonio industriale e la storia sociale del paese.


Lascia un commento

Il fondo Antonio Cervi: fotografie di attori e attrici (fine Ottocento-inizio Novecento)


[Ritratto dell’attrice Bortolani / Bettini, Livorno. – esec. ca. 1905. – 1 foto : albumina ; 145×100 mm.]
Il fondo “Antonio Cervi documenta l’attività e gli interessi di Antonio Cervi, critico teatrale del “Resto del Carlino” dal 1889 al 1923 e autore di studi dedicati a protagonisti del teatro italiano come Ermete Zacconi, Ermete Novelli ed Irma Gramatica.
Il fondo comprende documenti, appunti autografi, articoli e ritagli di giornali, locandine, manoscritti di testi teatrali e opuscoli a stampa (soprattutto testi teatrali e biografie di attori). La sezione più importante, presentata in questa banca dati, è costituita dalla collezione di 1642 foto, spesso autografate, di attori e attrici di fine Ottocento e di primo Novecento.


Lascia un commento

Archivio fotografico de la Delegacion de Propaganda durante la Guerra civil


[Título: Brigadas Internacionales: Hogar infantil Tahelman; Autor: Albero y Segovia]
L’Archivio fotografico de la Delegacion de Propaganda è un fondo fotografico creato dalla Junta de Defensa di Madrid, le cui origini risalgono al 1936, come fondo propagandistico per denunciare le perdite umane e materiali causate dalla Guerra civile. Nel 1940 l’Archivio venne confiscato dal regime franchista, occultato e usato come strumento di repressione politica.
Il fondo si compone di 3051 immagini, solo una parte del fondo originario. Le fotografie sono realizzate in bianco e nero e montate su supporti di cartone, come di consueto per l’epoca. Sono organizzate per categorie di soggetti, seguendo l’inventario originale.
Potete fare una ricerca libera o per categorie tematiche.