Bibliostoria

Novità in biblioteca, eventi e risorse web interessanti per la storia


1 Commento

Avalon project: documenti online di storia e diritto, dal codice di Hammurabi ad oggi

avalon project logoThe Avalon Project si propone di rendere disponibili (in trascrizione) documenti rilevanti per la storia, l’economia, il diritto e la politica.

Dalla Costituzione Ateniese ai documenti relativi all’11 settembre 2001 sono molte le fonti ospitate sul portale, ciascuna corredata di informazioni sulla provenienza.

Oltre a scorrere i documenti per data di produzione, è possibile consultare il ricco elenco tematico, che spazia dalla costituzione americana ai rapporti tra Stati Uniti e Messico.

Il progetto è realizzato dalla Lillian Goldman Law Library dell’Università di Yale.


Lascia un commento

Portale storico della Camera dei Deputati

Storica seduta nella quale l’On. Salandra denuncia la Triplice alleanza, 20 maggio 1915

E’ online, dal 20 dicembre scorso, il portale storico della Camera dei deputati che dà accesso a documenti e informazioni – su deputati, leggi, lavori parlamentari – dalla I Legislatura del Parlamento sabaudo del 1848 alla XV legislatura della Repubblica (2008), o, in una timeline della presidenza della Camera, da Gioberti a Bertinotti.
Pubblicato a conclusione dell’anno delle celebrazioni per il 150 anniversario dell’Unità d’Italia, il portale integra il patrimonio di
informazioni e risorse digitali disponibili fino alla XV legislatura con una ricca sezione multimediale e cinque percorsi di approfondimento con materiali in gran parte inediti. Attraverso una ricerca integrata, caratterizzata da un’intuitiva navigazione a faccette, il portale consente l’accesso immediato alle schede biografiche di 10.653 deputati, con le informazioni e i materiali digitali relativi a tutti i loro mandati (incarichi, progetti di legge, interventi, fotografie); alle schede dei 43 presidenti che si sono succeduti alla guida della Camera; ai 60.000 resoconti e bollettini sull’attività dell’Assemblea e delle commissioni interamente disponibili in formato pdf; ai 100.000 progetti di legge, alle 250.000 interrogazioni e mozioni parlamentari, agli oltre 20.000 doc parlamentari; alle 25.000 immagini fotografiche.
I dati sono pubblicati con licenza Creative Commons 3.0, da scaricare o interrogare liberamente, rispettando le condizioni indicate.
Se il portale storico si ferma alla XV legislatura, “dati.camera” rende disponibili i dataset di deputati, organi e gruppi parlamentari anche della legislatura corrente.


Lascia un commento

Nuovi documenti della presidenza Nixon disponibili on-line


La Nixon Library oggi ha reso disponibili alla consultazione altri documenti interni della presidenza Nixon. Nel sito della Nixon Library potete trovare una selezione di questo nuovo materiale. Si tratta di scansioni di 118 documenti tratti dai: “White House Special Files, Staff Member & Office Files”; “White House Central Files, Staff Member & Office Files” e dai “National Security Council Files series”.


1 Commento

Berichte des Apostolischen Nuntius Cesare Orsenigo: Rapporti di Cesare Orsenigo, nunzio apostolico in Germania (1930-1939)


[Orsenigo with Hitler and Joachim von Ribbentrop]
Berichte des Apostolischen Nuntius Cesare Orsenigo
aus Deutschland 1930 bis 1939 (Rapporti di Cesare Orsenigo, nunzio apostolico in Germania, inviati tra il 1930 e il 1939 alla Segreteria di Stato del Vaticano)
è l’interessante progetto di digitalizzazione del Deutschen Historischen Instituts di Roma in collaborazione con la Kommission für Zeitgeschichte di Bonn e l’Archivio Segreto Vaticano.
Con l’apertura degli archivi vaticani per il periodo del pontificato di Pio XI (1922-1939), il fondo dei rapporti di Orsenigo è consultabile per intero – almeno fino alla primavera del 1939. Si può quindi ricostruire un complesso flusso di informazioni di cui fanno parte, accanto ai rapporti del nunzio, anche le istruzioni della segreteria di Stato e del suo responsabile Pacelli a Orsenigo, le rispettive corrispondenze intrattenute dal nunzio e da Pacelli con altri uffici curiali, come pure le relative carte interne alla stessa segreteria.
Per gli anni finora accessibili dal 1930 al 1939 si conservano nell’archivio vaticano circa 1.500 rapporti di Orsenigo. Insieme alle altre carte rilevanti in questo contesto, in particolare le lettere scritte da Pacelli a Orsenigo, il materiale ammonterà complessivamente a circa 2.000 unità (e ulteriori 2.000, se si considera anche il periodo fino al 1945). La prima parte dell’edizione, qui pubblicata in linea e corredata di dettagliati commenti, copre l’intero anno 1933. Otto rapporti dello stesso anno (vale a dire i nn. 153-157, 311/312, 327), pur attestati, finora non sono stati reperiti nell’archivio. Tali lacune sono segnalate nei luoghi corrispondenti dell’edizione.
Il progetto di digitalizzazione proseguirà ad intervalli (non regolari) e si prevede di mettere in linea a breve prima i resoconti del biennio 1930-1932 e poi quelli del 1934.

Diversamente da Pacelli, Orsenigo non fu mai un attore politico, e mai pretese di rivestire una tale posizione. Egli fu il portavoce della Santa Sede; fu anche suo corrispondente – ma non l’unico in quanto il segretario di Stato Pacelli si era creato, durante la sua lunga permanenza in Germania, una serie di contatti personali che evidentemente continuava a utilizzare, e di cui i suoi stretti rapporti con i vescovi Faulhaber e Preysing costituiscono solo gli esempi più noti.

Tenuto conto della personalità del nunzio e della struttura specifica dei suoi compiti, i rapporti di Orsenigo da Berlino rappresentano una fonte che copre quasi senza lacune un periodo di 15 anni tra i più decisivi per la storia del XX secolo; senza l’approfondita conoscenza di questo materiale non sarà più possibile esprimere un giudizio scientificamente fondato sul rapporto tra la Santa Sede e la Germania nazionalsocialista. Determinante per lo studio di questa fonte sarà però la constatazione che soprattutto all’inizio le valutazioni degli avvenimenti oscillavano fortemente, e che il nunzio e i vertici del Vaticano giungevano solo lentamente a una corretta analisi del nazionalsocialismo.


1 Commento

Kritische Online-Edition der Nuntiaturberichte von Eugenio Pacelli 1917-1929: edizione critica on-line dei resoconti della nunziatura di Pio XI in Germania


Eugenio Pacelli. Kritische Online-Edition der Nuntiaturberichte von Eugenio Pacelli 1917-1929 è l’interessante banca-dati curata dal Deutsches Historisches Institut di Roma (DHIR) grazie alla cooperazione con l’Archivio segreto vaticano che si propone di fare luce sul papato di Pacelli proprio partendo dalla sua esperienza di nunzio apostolico in Germania dal 1917 al 1929.
L’apertura di tutti documenti del pontificato di Pio XI (1922-1939) nell’Archivio Segreto Vaticano nel 2003 e nel 2006 rende possibile pubblicare i 6.500 rapporti che Pacelli ha inviato nei dodici anni della sua carriera in Germania a Roma.
Al momento sono disponibili le edizioni critiche dei resoconti dell’anno 1917 e dal 2 Marzo 2011, parti importanti di quelli del 1918.


Lascia un commento

Grupo de Estudos sobre a Ditadura Militar: risorse interessanti (bibliografia, documenti, cronologie) sulla dittatura militare del Brasile


Il Grupo de Estudos sobre a Ditadura Militar, creato all’interno nel “Departamento de História e ao Programa de Pós-graduação em História Social” dell’Universidade Federal do Rio de Janeiro, svolge attività di ricerca sulla storia del Brasile nell’arco temporale che va dal 1964 al 1985.
Sul sito del Grupo potete trovare molte risorse interesanti:

    bibliografia, ossia un database bibliografico che contiene al momento 1041 record di notizie bibliografiche (articoli, testi e tesi) sulla dittatura militare del Brasile;
    arcervos, un elenco di raccolte documentarie sull’argomento;
    legislação, le leggi d’emergenza;
    documentos, documenti digitalizzati
    cronologia degli avvenimenti
    analisi completa dei lavori inediti

.