Bibliostoria

Novità in biblioteca, eventi e risorse web interessanti per la storia


Lascia un commento

AMS Historica Collezione digitale di opere storiche

immagine.png

AMS Historica è la collezione di opere antiche e di pregio di AlmaDL, la biblioteca digitale dell’Alma Mater Studiorum, Università di Bologna.

La collezione AMS Historica di AlmaDL offre un unico punto di accesso ai documenti digitalizzati nell’ambito di diversi progetti scientifici curati dalle varie componenti disciplinari dell’Ateneo. I documenti digitalizzati presenti in AMS Historica sono corredati di metadati bibliografici, strutturali, amministrativi e gestionali che ne favoriscono la conservazione nel tempo e la loro reperibilità.

Tra le collezioni troviamo Il Codice miniato della Divina Commedia, la collezione IGCyr GVCy, il materiale iconografico relativo ai corpora epigrafici Inscriptions of Greek Cyrenaica e Greek Verse Inscriptions of Cyrenaica e i manoscritti greciche fanno parte del fondo che si è formato a partire dalla collezione libraria dello scienziato Luigi Ferdinando Marsili (1658-1730).

Annunci


Lascia un commento

Storia digitale: contenuti online per la storia

Vi segnaliamo un repertorio di risorse digitali utili alla ricerca storica per l’ambito cronologico compreso tra Medioevo ed Età contemporanea.

46784_398701200236636_210719757_n

Fonte: https://www.facebook.com/storiadigitale

E’ possibile effettuare ricerche sia per area cronologica che per area geografica.

Una ricca selezione di metafonti (audio, fotografie, manoscritti, mappe, stampe, video) permette di effettuare uno studio a 360° sull’argomento che desideriamo approfondire.

La sezione strumenti consente di scoprire le migliori applicazioni in ambito storico, da poter scaricare su smartphone e tablet; permette poi l’accesso a ipertesti tratti da Tesi di Laurea discusse in Atenei italiani e rese disponibili dagli autori con aggiornamenti bibliografici e risorse digitali.


2 commenti

Trove: le collezioni digitalizzate della National Library of Australia tra mappe, manoscritti e molto altro…

National Library of AustraliaLa Biblioteca Nazionale Australiana ha avviato un imponente opera di digitalizzazione del proprio patrimonio, con particolare attenzione alle opere dedicate alla storia e alla società australiane. Le collezioni comprendono mappe, manoscritti, preriodici ma anche fotografie, filmati e siti internet.

Collezioni “materiali” e “digitali” sono integrate in un unico catalogo, e suddivise per collezioni.

I materiali digitali sono consultabili dalla sezione Collections del sito, oppure ricercabili attraverso il portale TROVE.
Dal portale Trove la ricerca è simultanea in tutte le tipologie documentarie, e permette così di mettere a confronto immagini, testi e file audio-video inerenti lo stesso argomento. L’indicizzazione è effettuata molto accuratamente, e permette una ricerca precisa ed efficace. I risultati della ricerca all’interno del sito sono integrati con materiali di siti esterni, come Google books e Wikipedia. Purtroppo tra i risultati vengono segnalati anche riferimenti a siti commerciali, come amazon.

Particolarmente significative sono le collezioni di mappe, quotidiani ed illustrazioni. Inoltre, la storia australiana ha un posto di rilievo nelle collezioni Oral History and Folklore, Indigenous e Pacific.

Infine, per saperne di più sulla vita della biblioteca e sulle nuove acquisizioni consigliamo di dare un’occhiata al blog della NLA Behind the scenes.


Lascia un commento

UCL (University College of London): Collezioni digitali

Le collezioni digitali della biblioteca dell’Università di Londra sono ricchissime e molto varie: si passa dalle mappe storiche all’archivio George Orwell, dagli antichi libri di viaggio a lettere digitalizzate di importanti autori ed artisti, come Emile Zola e Dante Gabriel Rossetti.

Un settore molto interessante è quello dedicato alle mostre tenutesi all’interno dell’Università, con materiali digitalizzati, fotografie delle esposizioni e cataloghi.

Infine, da segnalare anche l’archivio dei manoscritti di Jeremy Bentham, filosofo e giurista inglese considerato l’ispiratore dei principi di laicità e democraticità dell’accesso all’istruzione dell’University College.