Bibliostoria

Novità in biblioteca, eventi e risorse web interessanti per la storia


Lascia un commento

Apre al pubblico la biblioteca medica della fondazione IRCCS Ca’ Granda Ospedale Maggiore Policlinico

biblioteca-fondazioneCon i suoi 100.000 volumi datati tra il 1476 e la metà del Novecento la biblioteca Ospedaliera della Fondazione IRCCS Ca’ Granda Ospedale Maggiore Policlinico di Milano rappresenta una delle maggiori raccolte sull’arte medica in Italia ed in Europa.
E’ stata inaugurata la scorsa settimana ed è ora aperta agli studiosi, nella stessa sede dell’archivio storico della Fondazione.
All’interno del catalogo è possibile effettuare ricerche sui vari fondi librari della fondazione, dalla biblioteca storica alla Biblioteca della Clinica Ostetrica Luigi Mangiagalli.

Maggiori informazioni sull’inaugurazione negli articoli de Il libraio e ADNKronos.

Nel nostro blog, un altro post relativo alla Ca’ Granda, ai suoi beni architettonici, artistici, librari ed archivistici:
La Salute a Milano: storia e documenti dell’Ospedale Maggiore – Ca’ Granda

Annunci


2 commenti

La Ca’ Granda dei milanesi: convegno & itinerario nella sede storica dell’Università

Ca' grandaDall’antico ospedale ai 90 anni si toria dell’Università: questo il percorso che si svolgerà martedì 4 novembre prossimo, a partire dalle ore 9.30, nell’aula magna dell’Università.

La Ca’ Granda dei Milanesi ospiterà interventi, oltre che del rettore Gianluca Vago e del presidente della Fondazione IRCCS Ca’ Granda Ospedale Maggiore Policlinico Giancarlo Cesana, secondo il seguente programma:

Ore 9.30

Accoglienza e apertura dei lavori

Ore 10.00

“La Statale e la ricerca”

Chiara Tonelli, Prorettore alla Ricerca dell’Università degli Studi di Milano

Ore 10.15

“Tesori da riscoprire”

Presentazione dell’attività della Scuola di Specializzazione in Beni Archeologici dell’Università degli Studi di Milano, con esposizione di reperti architettonici inediti della Ca’ Granda, risalenti ai cantieri filaretiano (metà del sec. XV), richiniano (metà del sec. XVII) e ottocentesco

Ore 10.30

“Il Cortile del Richini, un monumento da conservare”

Presentazione del volume (Skira) a cura di Graziella Buccellati e Benedetta Manetti, alla presenza dei direttori scientifici Antonello Negri e Pasquale Tucci

Ore 11.00

La Ca’ Granda è dei Milanesi. 90 anni di Università in sei secoli di storia

Saluto delle Autorità

Giancarlo Cesana, Presidente della Fondazione IRCCS Ca’ Granda Ospedale Maggiore Policlinico

Gianluca Vago, Rettore dell’Università degli Studi di Milano

Ore 11.45

Visita guidata all’itinerario storico della Ca’ Granda

Francesca Vaglienti, Università degli Studi di Milano, responsabile del progetto di valorizzazione

A partire da martedì saranno infatti collocate delle paline informative, che guideranno i visitatori in un percorso storico-artistico alla scoperta del complesso monumentale della Ca’ Granda (Cortile d’Onore del Seicento, Cortile delle Balie, Cortile della Ghiacciaia,Cortile della Legnaia, Cortile della Farmacia, Cortile dei Bagni, Porticato di Giurisprudenza, Sala Crociera;cripta della chiesa della SS. Annunciata).

Sulla storia della Ca’ Granda, leggi anche:
La Salute a Milano: storia e documenti dell’Ospedale Maggiore – Ca’ Granda


2 commenti

La Salute a Milano: storia e documenti dell’Ospedale Maggiore – Ca’ Granda

Atto di fondazione dell'Ospedale Maggiore di Milano da parte di Francesco Sforza, 1 Aprile 1456

Atto di fondazione dell’Ospedale Maggiore di Milano da parte di Francesco Sforza, 1 Aprile 1456 dall’Archivio della fondazione IRCCS Ca’ Granda Servizio Beni Culturali

I 600 anni di storia della Ca’ Granda di Milano sono custoditi e raccontati dai documenti e dalle opere d’arte possedute dalla Fondazione IRCCS Ca’ Granda – Ospedale Maggiore Policlinico – Servizio Beni Culturali.
Tra i materiali disponibili online, di particolare interesse per gli studi storici sono l’inventario della Sezione amministrativa dell’archivio dell’Ospedale Maggiore, il catalogo delle raccolte librarie ed il catalogo dei beni artistici.
Fondamentale anche la sezione strumenti del sito, in cui sono raccolte opere digitalizzate, ed un repertorio di siti e riferimenti bibliografici.
Tra i progetti in corso segnaliamo quello riguardante il Sepolcreto:

I resti umani del sepolcreto dell’Ospedale Maggiore offrono un campo di indagine straordinario per l’antichità dei reperti e per la coerenza logistica […] Lo studio di questo straordinario archivio biologico può consentire […] di contribuire significativamente all’avanzamento degli studi antropologici, paleo patologici e paleo genetici sulla popolazione dell’antico Ducato di Milano tra la fine del Medioevo e la prima Età Moderna (Fondazione IRCCS Ca’ Granda).

Il progetto, curato dalla Fondazione IRCCS Ca’ Granda Ospedale Maggiore Policlinico, dai Dipartimenti di Morfologia Umana e Scienze Biomediche e di Scienze della Storia e della Documentazione Storica dell’Università degli Studi di Milano e dall’Archivio di Stato di Milano è presentato nel sito Antropostoria. Tra le possibilità offerte nell’ambito di questo progetto vi è anche Scopri se hai un omonimo nella Milano di Leonardo: iniziativa divertente, ma anche importante per sostenere le attività di ricerca della sull’anagrafe laica introdotta dal duca Francesco Sforza a partire dal 1450, come indicato nella lettera indirizzata dalla prof.ssa Francesca Vaglienti ai cittadini di Milano.

Una breve storia dell’Ospedale, fondato nel 1456 da Francesco Sforza e da subito eccellenza dell’assistenza medica cittadina è delineata in questo testo Michele Augusto Riva e Daniele Mazzoleni dell’Università degli Studi di Milano Bicocca.

Per essere informati sulle novità e sulle iniziative promosse dalla Fondazione in ambito storico e culturale è possibile consultare la sezione beni culturali del blog la cura nella notizia del Policlinicio di Milano.


1 Commento

La storia di Milano nell’ossario del Policlinico


La storia di Milano nell’ossario del Policlinico è il titolo del servizio della redazione del TG3 Lombardia andato in onda il 22/6/2011 (edizione delle 19.30).
Nel servizio (lo trovate scorrendo la barra inferiore al sedicesimo minuto) la Dott.ssa Vaglienti del Dipartimento di Scienze della Storia e della Documentazione storica aggiorna sulle ricerche che sta conducendo insieme alla Prof.ssa Cristina Cattaneo, direttore del Laboratorio di antropologia forense di Milano (Labanof) sul sepolcreto dell’antica Ca’ Granda. E’ una necropoli cittadina (uno dei pochissimi esempi di questa “tipologia”) scoperta nella cripta della Chiesa dell’Annunziata dell’odierna università, dove si trovano più di 500 mila corpi di milanesi vissuti tra il 1473 e il 1695, comprese le vittime della peste raccontate nei Promessi Sposi.