Bibliostoria

Novità in biblioteca, eventi e risorse web interessanti per la storia


Lascia un commento

Nuova veste grafica per il Catalogo di Ateneo

opac

Il Catalogo di Ateneo cambia la sua veste grafica per adattarsi alla visualizzazione via smartphone.
La versione web si arricchisce di nuovi filtri per la scelta del materiale, la versione mobile permette una ricerca veloce ed efficace.

Dalle pagine interne del Catalogo è inoltre possibile collegarsi a Explora, il motore della Biblioteca Digitale di Ateneo, che fornisce l’accesso a una vasta collezione di risorse online:

  • più di 11.500 periodici elettronici
  • circa 240 banche dati bibliografiche e a testo completo
  • cataloghi, repertori e riproduzioni di intere collezioni di opere a stampa (EEBO – Early English Books, ECCO – Eighteenth Century Collections).
  • circa 355.000 libri elettronici di varia natura (manuali, enciclopedie, dizionari, opere di riferimento, ecc.)
  • motori di ricerca e portali tematici ad accesso gratuito.

Ricordiamo che la Biblioteca Digitale è rivolta al personale docente e tecnico amministrativo e agli studenti dell’Università degli Studi di Milano che abbiano un rapporto di lavoro o di studio in essere.

Annunci


1 Commento

Oxford University Press: riviste disponibili nella Biblioteca Digitale di Ateneo

Oxford

Segnaliamo agli utenti della Biblioteca Digitale d’Ateneo che l’offerta bibliografica è stata ampliata con la sottoscrizione della versione elettronica di tutte le riviste correnti dell’editore Oxford University Press.

Le riviste interessano tutti gli ambiti disciplinari e l’accesso è attivato a partire dall’annata 1996 (ove disponibile).

E’ possibile sfogliare l’elenco degli E-Journal selezionando l’editore/piattaforma dal portale.
Ricordiamo che l’accesso da casa è consentito previa autenticazione con le credenziali della posta elettronica d’Ateneo.


1 Commento

Manoscritti della Parker Library online

parker-library-dean-krafft-with-logo-min

Parker Library on the Web 2.0 è il nuovo portale che contiene le digitalizzazioni dei manoscritti posseduti dal Corpus Christi College di Cambridge.

La Biblioteca deve il nome al suo benefattore, Arcivescovo Matthew Parker (1504-75) che donò oltre 400 manoscritti al College nel 1575, tra cui il Gospels of St Augustine, risalente al VI secolo e il più antico manoscritto della Cronaca anglosassone.

Il progetto, a cura della Parker Library e delle biblioteche della Stanford University, presenta una collezione di rari manoscritti medievali e rinascimentali, così come dei primi libri a stampa.

I volumi sono accompagnati da una descrizione dettagliata e da una ricca bibliografia.


Lascia un commento

Digital Public Library of America

La Digital Public Library of America (DPLA) fornisce un unico accesso alle collezioni digitali americane. Le risorse all’interno del portale sono rappresentative del patrimonio culturale della nazione e sono accessibili e fruibili in modalità open access.

La DPLA, lanciata nel 2013, contiene oggi circa 16 milioni di oggetti digitali, provenienti da 2.300 istituzioni, tra cui biblioteche, archivi, musei, accessibili liberamente a studenti, insegnanti, ricercatori e al vasto pubblico.

I documenti sono ricercabili attraverso una mappa e una timeline oppure per argomento.
Il sito cura delle mostre virtuali tematiche sulla storia americana con il supporto di varie fonti documentali, tra cui lettere, fotografie, poster, storia orale, video clip, musica e molto altro.

Il materiale è coperto dalla licenza Creative Commons Attribution 3.0. Ulteriori informazioni sono consultabili alla pagina DPLA Terms of Service.


1 Commento

OpenEdition Books

logo-oeb

La piattaforma OpenEdition Books ospita 4489 testi di scienze umane e sociali, di cui più della metà disponibili ad accesso aperto.

Gli editori rappresentati sono 71, per la maggior parte francesi, ma anche qualcuno italiano; la piattaforma è inoltre in continuo aggiornamento, con 2000 nuove acquisizioni ogni anno.

OpenEdition Books si presenta come una banca dati open access, nella quale è possibile effettuare ricerche bibliografiche per libro e per capitolo. Inoltre la ricerca avanzata permette di selezionate la Disciplina e il Tema di interesse.

Ricordiamo che la Biblioteca Digitale di Ateneo comprende una banca dati molto simile, Darwinbooks, archivio digitale delle pubblicazioni della casa editrice Il Mulino, che presenta diverse centinaia di testi di ricerca di autori italiani pubblicati a stampa dopo il 2000.
L’accesso da casa è riservato agli utenti istituzionali dell’Università degli Studi di Milano.


Lascia un commento

Qatar Digital Library

logo

La Biblioteca digitale del Qatar, sviluppata come parte del “10-year Memorandum of Understanding on Partnerships” tra Qatar Foundation, Qatar National Library e The British Library, si presenta come una vasta banca dati che rende per la prima volta disponibili online documenti e materiali riguardanti la cultura islamica e la storia moderna dei Paesi del Golfo.

La Qatar Digital Library include archivi, mappe, manoscritti, registrazioni audio, fotografie, per un totale di più di 950.000 immagini, corredate da note esplicative e link in arabo e inglese.

Ecco alcune delle collezioni più significative:

  • i record dell'”India Office”, relativi alla corrispondenza tra il Governo britannico e quello indiano, per il periodo 1763–1951;
  • un’introduzione alla storia del Golfo, J. G. Lorimer’s Gazetteer of the Persian Gulf Historically used by the British to refer to the sea area between the Arabian Peninsula and Iran. Often referred to as The Gulf or the Arabian Gulf. , Oman and Central Arabia (1908, 1915);
  • 500 carte e mappe del Golfo persico;
  • le carte private di Sir Lewis Pelly, “Political Resident” nei paesi del Golfo tra il 1862 e il 1872;
  • manoscritti scientifici arabi provenienti dalla British Library’s Manuscripts Collections;
  • una selezione di manoscritti, fotografie e altri oggetti a stampa;
  • una collezione di materiali audio, tra cui 200 dischi di gommalacca registrati in Bahrain, Kuwait e Iraq tra il 1920 e il 1940.

La biblioteca digitale è ad accesso libero e i materiali possono essere riutilizzati, rispettando la citazione della fonte.


Lascia un commento

Puglia Digital Library

search_bg

Il portale Puglia Digital Library raccoglie risorse digitali relative al patrimonio culturale pugliese; si tratta di un progetto realizzato dalla Regione attraverso la società partecipata InnovaPuglia.

Ad oggi sono presenti 2.504 risorse suddivise in 1.384 testi, 998 immagini, 117 video e 5 materiali audio.

Di particolare interesse la collezione di Documenti e carte storiche, che contiene piante topografiche, planimetrie e bandi comunali.

Il Fondo monografie e periodici della Biblioteca provinciale comprende alcuni numeri de Il Giornale della Capitanata, mentre l’Archivio “Gius. Laterza & Figli” è costituito dalla corrispondenza intercorsa tra la casa editrice e i numerosi soggetti con i quali ebbe rapporti dal 1900 al 1959.