Bibliostoria

Novità in biblioteca, eventi e risorse web interessanti per la storia


Lascia un commento

e-corpus: una ricca biblioteca digitale francese (e non solo)


e-corpus è la ricca biblioteca digitale che rende disponibili sul web molteplici risorse di vari ambiti: manoscritti, archivi, libri, giornali, stampe, registrazioni audio, video…
Questa piattaforma, gestita dal Centre de Conservation du Livre di Arles, si propone di valorizzare la diversità culturale in particolare nello spazio europeo e mediterraneo. Propone numerose collezioni virtuali e una grande quantità di dati digitali da molte istituzioni in diversi Paesi.
Per darvi un’idea, al momento sono presenti in rete ben 1.308.517 oggetti digitali.

Annunci


Lascia un commento

Encyclopédie Sonore: conferenze universitarie da scaricaricare


L’Encyclopédie Sonore è un progetto internazionale coordinato dall’Università Paris X-Nanterre che raggruppa università francese e non. E’ una banca-dati (bisogna iscriversi, ma l’iscrizione è gratuita) che offre la possibilità di cercare e ascoltare conferenze universitarie in tutti gli ambiti disciplinari, ma quelli maggiormente rappresentati sono: storia, discipline umanistiche, economia e diritto.
Queste le università coinvolte nel processo:

    Francia:
    Aix-Marseille 1 – Provence,
    Bordeaux 3 – Michel de Montaigne
    Besançon – Franche-Comté
    Caen – Basse-Normandie
    Clermont-Ferrand 2 – Blaise Pascal
    Dijon – Bourgogne
    Lille 3 – Charles de Gaulle
    Nancy 2
    Paris 10 – Nanterre
    Reims – Champagne/Ardennes
    Rennes 2 – Haute Bretagne
    Toulouse 2 – Le Mirail
    Russia:
    Biblioteca nazionale di letteratura straniera
    Università di stato di Mosca
    Università di stato degli Urali (Ekaterinburg)
    Università di stato di San Pietroburgo
    Università di stato di Yaroslavl
    Institut de la Société Ouverte di San Pietroburgo
    Bulgaria:
    Università di Sofia “Sv. Kliment Ohridski”
    Universita americana in Bulgaria – Blagoevgrad
    Institut Français de Sofia
    Tunisia
    Università di Sousse


Lascia un commento

Il fondo storico dischi dell’Istituto centrale per i beni sonori e audiovisivi


Il fondo storico dischi dell’Istituto centrale per i beni sonori e audiovisivi (Icbsa) comprende la produzione discografica pervenuta all’Icbsa sulla base della legge sul Deposito legale e comprende documenti di carattere musicale, ma anche di ambito storico, letterario e teatrale.
Il fondo dei dischi 78 rpm è la parte storica più importante e copiosa della collezione dell’Istituto che acquisisce per legge copia della produzione discografica del nostro paese fin dalla metà degli anni trenta del secolo scorso. La denominazione di 78 giri indica il primo tipo di disco fonografico, utilizzato per tutta la prima metà del XX secolo, e si riferisce al numero di giri al minuto necessari per l’ascolto. Il disco fonografico a piastra circolare fu inventato da Emile Berliner nel 1888, soppiantando già nei primi anni del Novecento il cilindro fonografico (primo supporto audiofonico in assoluto, introdotto da Thomas Alva Edison, inventore del fonografo). Rimase lo standard dei riproduzione audio fino alla fine degli anni quaranta, quando l’introduzione dei dischi in vinile a microsolco, basati sul medesimo principio tecnico ma di qualità e durata assai maggiori, lo resero obsoleto.

I contenuti di questo fondo discografico riguardano prevalentemente l’ambito musicale di qualsiasi genere (musica colta, leggera, popolare folklorica, italiana e internazionale), ma sono presenti anche molti documenti sonori di altri ambiti culturali e storici. Molti i dischi con i discorsi di esponenti del regime fascista ma anche di leader dei paesi democratici sempre di quegli anni e poi dischi contenenti brani teatrali e letterari.


Lascia un commento

Museo virtuale dell’Antifascismo e della Resistenza della provincia di Arezzo: luoghi delle stragi, biografie, filmati, canti partigiani e bibliografie


Nel sito del Museo virtuale dell’Antifascismo e della Resistenza della provincia di Arezzo potete trovare installazioni web che ricordano le stragi naziste compiute nella provincia di Arezzo e le formazioni partigiane della zona.
Ecco i capitoli in cui sia rticola questo prodotto multimediale:

    I luoghi delle stragi
    I protagonisti

      Biografie
      I partigiani
      I patrioti
      I partigiani stranieri
      Resistenza aretina all’estero
      I vigilati dalla polizia
      Le vigilate dalla polizia
      Aretini e Tribunale Speciale
      Aretine e Tribunale Speciale
      Esercito di Liberazione
      Presenza militare tedesca

    Multimediale:

      I filmati Visto con gli occhi degli alleati: questi filmati provengono dall’Imperial War Museum di Londra, che ne detiene il copyright. Furono individuati ed acquistati, per conto della Provincia di Arezzo, dall’équipe di Ivano Tognarini in preparazione del convegno internazionale di studi 2a guerra mondiale e sterminio di massa. Stragi e rappresaglie nella lotta di liberazione, Arezzo, novembre 1987. I filmati fanno parte della produzione dell’unità cinematografica dell’Esercito britannico AFPU, che aveva sede negli Studi cinematografici di Pinewood, nei pressi di Londra.
      Archivi musicali:

      Stampa della liberazione

    Libri che ne parlano (una bibliografia sull’argomento)


Lascia un commento

Genocide Archive Rwanda: un portale di risorse sul massacro in Rwanda nel 1994


Genocide Archive Rwanda è il portale in cui trovare video (testimonianze dei sopravvissuti), mappe, fotografie e documenti sul massacro del 1994 in Rwanda.
Potete fare una ricerca libera o scorrere questi elenchi:

    video
    mappe
    fotografie
    pubblicazioni
    documenti archivistici
    documenti audio


Lascia un commento

Moving here: un portale ricco di risorse dedicato all’emigrazione in Inghilterra negli ultimi 200 anni


[A photographic portrait of a young woman wearing a sari embroidered with metal thread taken at the Ernest Dyche Studio in Birmingham in the 1970s]
Moving Here è il portale ricco di risorse sull’emigrazione caraibica, irlandese, ebraica e dal Sud Asia in Inghilterra negli ultimi 200 anni. Il sito è frutto della collaborazione tra l’Archivio di stato britannico e un consorzio di 30 istituzioni locali e nazionali (biblioteche, musei e archivi). Vi potete trovare fotografie, documenti personali, documenti governativi, mappe e oggetti d’arte, così come una grande raccolta di registrazioni audio e video clip. In aggiunta a questo catalogo di risorse digitalizzate sono presenti sezioni dedicate all’apprendimento e all’approfondimento storico dell’argomento (Tracing Your Roots, Histories, Migration Histories)
La sezione “Schools” presenta decine di attività per la scuola secondaria con lezioni interattive, clip audio e film, gallerie, giochi, storie di migrazione, attività di download e guide per gli insegnanti.


Lascia un commento

Manioc: biblioteca digitale di testi, immagini, audio e video sui Caraibi, Amazzonia e Guiana


[Gravure représentant le traitement du manioc, tratta da La Guyane ou histoire, moeurs, usages et coistumes des habitans de cette partie de l’Amérique. Tome premier (p.106-107)]
MANIOC. Bibliothèque numérique Caraïbe, Amazonie, plateau des Guyanes è una biblioteca digitale specializzata sui Caraibi , Amazzonia e Guyana. Vi potete trovare testi (anche saggi contemporanei di storia), risorse audio, immagini che documentano e ricostruiscono la storia culturale, sociale, economica e politica di questi paesi.
Queste le sezioni:

    Patrimoine numérisé. Ouvrages issus de collections patrimoniales conservées en Guadeloupe, Martinique, Guyane et consultables en texte intégral;
    Images du patrimoine. Documents iconographiques provenant principalement des ouvrages du “Patrimoine numérisé;
    Audio Video. Conférences, émissions, entretiens, interventions diverses à écouter ou regarder en ligne
    Travaux de recherche. Travaux de recherche pluridisciplinaires (articles, cartes, communications, livres, thèses)
    Etudes caribeennes. Revue de l’Université des Antilles et de la Guyane sur le développement durable et l’espace caribéen