Bibliostoria

Novità in biblioteca, eventi e risorse web interessanti per la storia


Lascia un commento

Qatar Digital Library

logo

La Biblioteca digitale del Qatar, sviluppata come parte del “10-year Memorandum of Understanding on Partnerships” tra Qatar Foundation, Qatar National Library e The British Library, si presenta come una vasta banca dati che rende per la prima volta disponibili online documenti e materiali riguardanti la cultura islamica e la storia moderna dei Paesi del Golfo.

La Qatar Digital Library include archivi, mappe, manoscritti, registrazioni audio, fotografie, per un totale di più di 950.000 immagini, corredate da note esplicative e link in arabo e inglese.

Ecco alcune delle collezioni più significative:

  • i record dell'”India Office”, relativi alla corrispondenza tra il Governo britannico e quello indiano, per il periodo 1763–1951;
  • un’introduzione alla storia del Golfo, J. G. Lorimer’s Gazetteer of the Persian Gulf Historically used by the British to refer to the sea area between the Arabian Peninsula and Iran. Often referred to as The Gulf or the Arabian Gulf. , Oman and Central Arabia (1908, 1915);
  • 500 carte e mappe del Golfo persico;
  • le carte private di Sir Lewis Pelly, “Political Resident” nei paesi del Golfo tra il 1862 e il 1872;
  • manoscritti scientifici arabi provenienti dalla British Library’s Manuscripts Collections;
  • una selezione di manoscritti, fotografie e altri oggetti a stampa;
  • una collezione di materiali audio, tra cui 200 dischi di gommalacca registrati in Bahrain, Kuwait e Iraq tra il 1920 e il 1940.

La biblioteca digitale è ad accesso libero e i materiali possono essere riutilizzati, rispettando la citazione della fonte.

Annunci


Lascia un commento

Archivio del quotidiano “La Notte”

Schermata-2015-01-02-alle-15_47_45-292x300

Un lettore de’ «La Notte» http://www.apice.unimi.it/?page_id=1524

Tra le collezioni del Centro Apice (Archivi della Parola, dell’Immagine e della Comunicazione Editoriale) della nostra Università, segnaliamo l’archivio del quotidiano “La Notte”.

«La Notte» è stato un quotidiano del pomeriggio pubblicato a Milano dal 1952 al 1995, fondato dall’industriale Carlo Pesenti con l’obiettivo politico di ottenere il consenso dell’opinione pubblica a favore della legge elettorale maggioritaria, nota come “legge truffa”, varata per le elezioni del 1953. Nonostante le intenzioni di Pesenti, che prevedeva per «La Notte» una breve vita, legata alla campagna elettorale, sotto la guida di Nino Nutrizio il giornale si impose come quotidiano nazionale di primo piano, con un’alta distribuzione soprattutto a Milano. [..] Negli anni Ottanta cominciò una fase di declino, che portò a vari cambi di proprietà e alla chiusura nel 1995.

L’archivio, che comprende oltre 100.000 fascicoli, è stato inventariato con il contributo della Fondazione Cariplo.

Vi invitiamo a leggere i post pubblicati nel blog relativi ad altre collezioni del centro Apice:

 


Lascia un commento

Antifascisti, combattenti e volontari della guerra di Spagna

GCE_frente_en_jul_1936_svg

Il fronte nel luglio 1936 (in rosa le zone controllate dai repubblicani, in marrone dai nazionalisti). Da Wikipedia

La banca dati Antifascisti, combattenti e volontari della guerra di Spagna, è il frutto di un progetto denominato “Oggi in Spagna, domani in Italia” 1936-1945: la Resistenza antifascista attraverso le biografie dei volontari di Spagna, a cura di AICVAS-INSMLI.

Si tratta di una banca dati che mette a disposizione circa 4500 biografie di volontari antifascisti italiani combattenti nella guerra civile spagnola.

Il progetto […] si propone di costruire uno strumento capace non soltanto di recuperare e mettere a disposizione dell’utenza dati biografici relativi all’intero percorso della vita di questi combattenti ma anche di ricomporli in una struttura corale e interattiva che restituisca la dimensione collettiva dell’esperienza transnazionale dell’antifascismo della prima metà del Novecento.

Ogni profilo è corredato, dove possibile, da una bibliografia, un’indicazione di fonti archivistiche, schede e documenti, fotografie.

Dal portale si accede anche ad altri database correlati, legati alla guerra di Spagna e alla Resistenza:


Lascia un commento

Nuovi arrivi in biblioteca: mesi di Agosto & Settembre

libri-nuovi2

Novità in biblioteca!

Ogni mese presentiamo alcuni libri selezionati tra i nuovi acquisti, suddivisi virtualmente tra gli “scaffali” della biblioteca, se possibile accompagnati da una scheda descrittiva o una recensione.

Storia Generale Profumi, incensi e piante nel mondo antico / Maurizio Martinelli. – Firenze : Angelo Pontecorboli, 2016. – 125 p. : ill. ; 19 cm.

Storia Medievale Teaching and learning in medieval Europe : essays in honour of Gernot R. Wieland / edited by Greti Dinkova-Bruun and Tristan Major. – Turnhout : Brepols, c2017. – XIX, 249 p. ; 26 cm.

Storia Moderna Law, crime & deviance since 1700 : micro-studies in the history of crime / edited by Anne-Marie Kilday and David Nash. – London [etc.] : Bloomsbury Academic, c2016. – XII, 324 p. : ill. ; 24 cm.

Storia Contemporanea Non c’è una fine : trasmettere la memoria di Auschwitz / Piotr M. A. Cywinski ; traduzione e cura di Carlo Greppi. – Torino : Bollati Boringhieri, 2017. – 148 p., [8] carte di tav. : ill. ; 20 cm. Continua a leggere


1 Commento

Carte geografiche dell’Istituto Geografico Militare

IMG_1444

Carte geografiche militari suddivise in quadranti

La nostra biblioteca ha da poco reso disponibili circa 400 carte geografiche dell’Istituto Geografico Militare.

IMG_1435

Speciale contenitore per carte geografiche in Sala Edizioni Pregiate

 

L’Istituto geografico militare (IGM) ha il compito di fornire supporto geotopocartografico alle Unità e ai Comandi dell’Esercito italiano. L’istituto svolge le funzioni di ente cartografico dello Stato ai sensi della Legge n. 68 in data 2 febbraio 1960. L’Istituto opera, quindi, per assicurare ai numerosi utenti, sia pubblici che privati, prodotti cartografici che offrano la totale garanzia, in termini di contenuti e di ufficialità, per la descrizione del territorio.

IMG_1426.JPG

Lavori in corso

 

Le carte che sono collocate in segnatura 10L.I.G.M. 0001, riguardano quasi esclusivamente l’Italia del Nord e sono state pubblicate approssimativamente attorno agli anni ’70 del secolo scorso.

Le carte geografiche sono ora fruibili grazie al lavoro di un gruppo di studentesse e studenti collaboratori, Simone Clericuzio, Annalisa ConsiglioIlaria Mancini, Ilyes Piccardo,  a cui va il ringraziamento delle bibliotecarie e degli utenti.

Dal sito è possibile acquistare riproduzioni digitali di carte antiche.


Lascia un commento

Casa della cultura: archivio streaming

z-logo

Fondata nel 1946 da Antonio Banfi e da un gruppo di intellettuali antifascisti, la Casa della Cultura è un’associazione di persone che hanno sempre creduto e credono nella democrazia culturale, che hanno cercato di approfondire e far amare valori come la libertà, l’autonomia, la consapevolezza, la tolleranza.
Nacque in un’Italia dove si desiderava riappropriarsi delle perdute libertà e democrazia.
E per tutto il tempo che ci separa da allora è stata il luogo nel quale una certa Milano progressista, civile e libera si è impegnata a fare cultura, a partecipare allo scambio di idee, a cogliere le urgenze dell’attualità.

La Casa della Cultura ospita ogni anno una serie di dibattiti, seminari e corsi a tema politico e sociale, che ha come protagonisti personalità della vita culturale milanese, italiana e internazionale.

Sono online sul sito, nella sezione video/audio, le registrazioni delle riprese streaming di circa 400 appuntamenti che si sono tenuti lo scorso anno, da settembre 2016 a giugno 2017.


Lascia un commento

Editoria digitale: RomaTrE-Press

logo_piccolo

Riprendiamo le pubblicazioni del blog dopo la pausa estiva con una nuova segnalazione di un editore open access.
Si tratta delle edizioni digitali dell’Università degli Studi Roma Tre, il progetto Roma TrE-press.

I costi di una casa editrice tradizionale, soprattutto per le difficoltà finanziarie degli ultimi anni, hanno sempre impedito la realizzazione di questo progetto, che ora può essere ripreso e aggiornato per la creazione di una University e-press. Le edizioni digitali corrispondono meglio, tra l’altro, alle nuove esigenze dell’informazione scientifica, che è possibile soddisfare grazie all’innovazione tecnologica.
Il Sistema Bibliotecario di Ateneo è già dotato degli strumenti che permettono la pubblicazione di testi in formato digitale. I libri così pubblicati sono resi disponibili automaticamente attraverso gli strumenti di ricerca di Roma Tre e i più usati motori di ricerca (Google, ecc..) e quindi immediatamente comunicati alle biblioteche universitarie più importanti.

Tra le pubblicazioni ricordiamo quelle dedicate alle Scienze Umanistiche e alle Scienze Sociali.
E’ possibile scaricare in pdf la pubblicazione completa oppure i singoli contributi.