Bibliostoria

Novità in biblioteca, eventi e risorse web interessanti per la storia


Lascia un commento

La bussola di internet

imm_1

Abbiamo aggiornato la nostra pagina “La bussola di internet” , consigliamo di visitarla per non perdersi nel mare del webAccedendo alla sezione, potrai scaricare la prima delle nostre infografiche.  Attendiamo i vostri commenti, le vostre esperienze, i vostri suggerimenti sulla verifica delle fonti online.

 

 

 

 

Annunci


1 Commento

Biblioteca del Senato: Archivio giornali storici in digitale

L’archivio digitale dei giornali antichi, disponibile presso il sito della Biblioteca del Senato, comprende, tra quotidiani e periodici, circa sessanta riviste pubblicate in Italia fra il XVIII e il XIX secolo.

senato

Molte riviste, risalgono all’epoca risorgimentale, come ad esempio Il 22 Marzo, uscita in concomitanza con le Cinque giornate di Milano. Non mancano inoltre, giornali appartenenti al periodo illuministico e romantico, come Il Caffè di Pietro Verri. E’ presente anche Il corriere delle dame “Giornale di mode, letteratura, belle arti, teatri e notizie politiche”, un settimanale di moda illustrato avviato a Milano nel giugno del 1804 per opera del giornalista Giuseppe Lattanzi (1762-1822) e diretto dalla moglie Carolina Arienti (1771-1818).

L’archivio permette di:

  • sfogliare i numeri delle singole riviste
  • salvarli in formato pdf e utilizzarli su supporti personali di memoria esterna


Lascia un commento

Unpaywall: una risorsa Open Source e No profit

Il database di Unpaywall è stato sviluppato a partire da circa 50.000 giornali scientifici, depositati in archivi Open Access, oltre all’utilizzo dei dati raccolti da PubMed Centralthe DOAJ,Crossref  and DataCite.

E’integrato con migliaia di sistemi librari e siti di ricerca.

Come si utilizza?

Il funzionamento è molto semplice, attraverso l’estensione con il browser Chrome. In questo modo, quando si visita una pagina web, relativa a un articolo scientifico di nostro interesse, se questo è disponibile online gratis, appare un lucchetto aperto da cliccare, che ci reindirizza alla risorsa gratuita. Lo sfondo del lucchetto, varia in relazione al tipo di strategia utilizzata per la pubblicazione Open Access.


1 Commento

Lexicon Totius Latinitatis

lexicon_forcellini

Ritratto di Egidio Forcellini

Nel sito dell’Archivio di Stato di Torino è disponibile la digitalizzazione del Lexicon Totius Latinitatis, considerato un fondamentale strumento per chiunque si dedichi alla lettura e alla traduzione di testi latini.

Opera del sacerdote padovano Egidio Forcellini (1705-1768), venne terminato nel 1761 e pubblicato postumo nel 1771.
L’opera conobbe nel corso del XIX secolo diverse edizioni accresciute, come quella di inizio Ottocento curata da Giuseppe Forlanetto o quelle di Vincenzo De Vit e Reinhold Klotz della seconda metà del secolo.

Di seguito i link ai tomi:
Tomo primo, A-C
Tomo secondo, D-L
Tomo terzo, M-R
Tomo quarto, S-Z

Ricordiamo che in biblioteca è consultabile l’edizione cartacea, con collocazione
10L. PAL.B. 0022.


Lascia un commento

Storia digitale: contenuti online per la storia

Vi segnaliamo un repertorio di risorse digitali, utili alla ricerca storica, per l’ambito cronologico, compreso tra Medioevo ed Età contemporanea.

46784_398701200236636_210719757_n

Fonte: https://www.facebook.com/storiadigitale

E’ possibile effettuare le ricerche, sia per area cronologica che per area geografica.

Una ricca selezione di metafonti ( audio, fotografie, manoscritti, mappe, stampe, video) permette di effettuare uno studio a 360° sull’argomento che desideriamo approfondire.

La sezione strumenti consente di scoprire le migliori applicazioni in ambito storico, da poter scaricare su smartphone e tablet, permette l’accesso a ipertesti tratti da Tesi di Laurea discusse in Atenei italiani e rese disponibili dagli autori con aggiornamenti bibliografici e risorse digitali.

 

 


Lascia un commento

Bibliografia per la tesi: strumenti utili

Il Servizio bibliotecario ha preparato una pagina che illustra i principali strumenti utili per gestire le bibliografie, salvare, archiviare e condividere le citazioni, inserire le referenze in un testo, scegliere tra i diversi formati citazionali messi a disposizione e modificarli in modo automatico.
Ecco i principali:

Segnaliamo che, grazie ad un accordo con Elsevier, la versione Institutional del software Mendeley per creare e gestire bibliografie è gratuitamente a disposizione di tutti gli utenti con casella di posta @unimi.it.
L’upgrade permette maggiori funzionalità: 100 GB di memoria e la possibilità di creare un illimitato numero di gruppi di lavoro.
Mendeley si propone anche come un ”academic social network”: dopo l’autenticazione è possibile accedere alla pagina University of Milan, seguire le ricerche di coloro che vi hanno aderito e recuperare citazioni preziose archiviate dagli altri aderenti al network.

Per gli utenti non appartenenti all’Università degli studi di Milano è sempre possibile utilizzare la versione free.

Ricordiamo che il Servizio bibliotecario d’Ateneo organizza periodicamente degli incontri sull’uso di questo software bibliografico. 


Lascia un commento

Verso la tesi? Spunti e consigli per prepararsi alla prova finale

Verso_2018_2

Stai per scrivere la tesi?  Hai appena cominciato a cercare il materiale e ti sei accorto che non è così semplice? Vuoi informazioni su calendario, tempistiche e modalità?

Se sei uno studente di laurea magistrale di area umanistica, politica, economica o sociale questo incontro è pensato per te!
Le Biblioteche e il Cosp della Statale nell’arco di una mattinata ti daranno indicazioni utili e pratiche per realizzare il tuo elaborato finale.

Scegli a quale incontro partecipare:
Mercoledì 21 marzo: Aula Manhattan, via Festa del Perdono 3, ore 9.30-13.00
Giovedì 5 aprile: Aula 2 – Scienze politiche, via Conservatorio 7, ore 9.30-13.00

Per iscriverti compila questo modulo e segui tutte le istruzioni che riceverai via mail. Per qualsiasi informazione consulta la pagina oppure scrivi a indirizzo di posta corsibd@unimi.it.
Nel frattempo consulta la pagina Laurearsi/Tesi di laurea dal sito del Sistema Bibliotecario di Ateneo.