Bibliostoria

Novità in biblioteca, eventi e risorse web interessanti per la storia


Lascia un commento

Dizionari della biblioteca digitale sulla piattaforma eLexico.com

La Biblioteca Digitale dell’Università degli Studi di Milano, ha messo a disposizione, sulla piattaforma eLexico, 16 dizionari di italiano e altre lingue (inglese, francese, tedesco, spagnolo, portoghese, giapponese, cinese, russo e latino):

• Grande Dizionario Italiano [Hoepli]• il Devoto-Oli [LeMonnier]

• il Sabatini-Coletti [RCS]• l’Etimologico [LeMonnier]

• il Sinonimi e Contrari [LeMonnier]

• il Latino [LeMonnier]• Grande Dizionario Inglese [Hoepli]

• il Sansoni Inglese [RCS]• il Sansoni Francese [RCS]

• il Sansoni Tedesco [RCS]• Grande Dizionario Spagnolo [Hoepli]

• Grande Dizionario Russo [Hoepli]• Dizionario Completo Portoghese [Hoepli]

• Dizionario Giapponese [Hoepli]• Dizionario di Cinese [Hoepli]• I Quattro Codici [Hoepli]

red stop sign

Photo by Pixabay on Pexels.com

Modalità di accesso: L’accesso è consentito dalle postazioni all’interno dell’Ateneo (dominio “unimi.it”). L’accesso da reti esterne, previa autenticazione al portale della Biblioteca Digitale attraverso le proprie credenziali di Ateneo utilizzate anche per accedere al servizio di posta elettronica.

 

Note tecniche: La visualizzazione dei dizionari online eLexico.com è ottimizzata per l’uso con Mozilla Firefox (versione 4.0 o successiva). È possibile utilizzare anche i seguenti browser: Safari (versione 4.0 o successiva), Google Chrome (versione 4.0 o successiva), Opera (versione 10.0 o successiva); la compatibilità con Internet Explorer (versione 7.0 o successiva) non è totale.

Annunci


Lascia un commento

Surf and save! E’ tutto più semplice con Citavi

è un prodotto della Swiss Academic Software pensato particolarmente come supporto alla redazione di lavori accademici. Oltre alle funzioni che consentono di cercare, organizzare e condividere le citazioni ha particolarmente sviluppato la parte relativa alle citazioni.
Grazie a un plug-in interagisce sia con Word che con Latex e con il pulsante Picker Citavi salva le informazioni provenienti dal web o direttamente le pagine web. (guarda il breve tutorial).
Fino a 100 titoli è gratuito, in seguito viene richiesto l’acquisto di una licenza personale oppure l’attivazione di un abbonamento istituzionale.
Il Servizio bibliotecario d’Ateneo ha attivato fino al 31 dicembre 2018 un trial gratuito della versione illimitata di Citavi.

A partire dal link Citavi.com/unimi è possibile seguire la procedura di attivazione:

  • cliccare sulla propria categoria di utente (Docente, ricercatore o altro collaboratore oppure Studente/-ssa) ed inserire il proprio indirizzo della posta di Ateneo (nome.cognome@unimi.it o nome.cognome@studenti.unimi.it)
  • si riceverà una mail nella propria casella di posta nella quale si chiede di confermare il proprio indirizzo mail
  • a questo punto si inserisce il proprio indirizzo mail nella maschera web e si sceglie una password in modo da attivare Citavi.

Per eventuali quesiti o approfondimenti è possibile contattare indirizzo di postaservice@citavi.com


Lascia un commento

Leggi sabaude: raccolta Duboin

duboim

Ancora dall’Archivio di Stato di Torino, segnaliamo l’opera: Raccolta per ordine di materie delle leggi, editti, manifesti, ecc., pubblicati dal principio dell’anno 1681 sino agli 8 dicembre 1798 sotto il felicissimo dominio della Real Casa di Savoia per servire di continuazione a quella del senatore Borelli.

Pubblicata a Torino tra il 1818 e il 1860 in 16 libri, 25 tomi e 38 volumi da Felice Amato Duboin, la raccolta costituisce un’irrinunciabile fonte per chiunque voglia studiare la legislazione sabauda relativa al ducato di Savoia e al Regno di Sardegna.
Le leggi sono raccolte per materia e contemplano tutti gli aspetti della produzione legislativa sabauda dei secoli XVII e XVIII, con riferimenti, per lo più nelle note, alla legislazione (oppure normativa) pregressa degli Stati dei Savoia attinente alle medesime materie.

L’opera è disponibile anche in HathiTrust, archivio delle opere (monografie e riviste) digitalizzate dagli enti aderenti al consorzio, tra cui il Committee on Institutional Cooperation (CIC) e le più importanti istituzioni di ricerca e biblioteche universitarie statunitensi.


Lascia un commento

La bussola di internet

imm_1

Abbiamo aggiornato la nostra pagina “La bussola di internet” , consigliamo di visitarla per non perdersi nel mare del webAccedendo alla sezione, potrai scaricare la prima delle nostre infografiche.  Attendiamo i vostri commenti, le vostre esperienze, i vostri suggerimenti sulla verifica delle fonti online.

 

 

 

 


Lascia un commento

Unpaywall: una risorsa Open Source e No profit

Il database di Unpaywall è stato sviluppato a partire da circa 50.000 giornali scientifici, depositati in archivi Open Access, oltre all’utilizzo dei dati raccolti da PubMed Centralthe DOAJ,Crossref  and DataCite.

E’integrato con migliaia di sistemi librari e siti di ricerca.

Come si utilizza?

Il funzionamento è molto semplice, attraverso l’estensione con il browser Chrome. In questo modo, quando si visita una pagina web, relativa a un articolo scientifico di nostro interesse, se questo è disponibile online gratis, appare un lucchetto aperto da cliccare, che ci reindirizza alla risorsa gratuita. Lo sfondo del lucchetto, varia in relazione al tipo di strategia utilizzata per la pubblicazione Open Access.


Lascia un commento

Aggiornamento Blog: kit di pronto intervento!

Nella sezione del nostro blog , la casetta degli attrezzi, abbiamo aggiornato la pagina  relativa al kit di pronto intervento, dove potete trovare software e applicativi utili per il vostro studio o lavoro.

update-1672385_960_720

Conoscevate già questi strumenti? Avete qualcosa da suggerirci?

Dateci un vostro feedback e fateci sapere cosa ne pensate!


Lascia un commento

Bibliografia per la tesi: strumenti utili

Il Servizio bibliotecario ha preparato una pagina che illustra i principali strumenti utili per gestire le bibliografie, salvare, archiviare e condividere le citazioni, inserire le referenze in un testo, scegliere tra i diversi formati citazionali messi a disposizione e modificarli in modo automatico.
Ecco i principali:

Segnaliamo che, grazie ad un accordo con Elsevier, la versione Institutional del software Mendeley per creare e gestire bibliografie è gratuitamente a disposizione di tutti gli utenti con casella di posta @unimi.it.
L’upgrade permette maggiori funzionalità: 100 GB di memoria e la possibilità di creare un illimitato numero di gruppi di lavoro.
Mendeley si propone anche come un ”academic social network”: dopo l’autenticazione è possibile accedere alla pagina University of Milan, seguire le ricerche di coloro che vi hanno aderito e recuperare citazioni preziose archiviate dagli altri aderenti al network.

Per gli utenti non appartenenti all’Università degli studi di Milano è sempre possibile utilizzare la versione free.

Ricordiamo che il Servizio bibliotecario d’Ateneo organizza periodicamente degli incontri sull’uso di questo software bibliografico.