Bibliostoria

Novità in biblioteca, eventi e risorse web interessanti per la storia


Lascia un commento

Leggi sabaude: raccolta Duboin

duboim

Ancora dall’Archivio di Stato di Torino, segnaliamo l’opera: Raccolta per ordine di materie delle leggi, editti, manifesti, ecc., pubblicati dal principio dell’anno 1681 sino agli 8 dicembre 1798 sotto il felicissimo dominio della Real Casa di Savoia per servire di continuazione a quella del senatore Borelli.

Pubblicata a Torino tra il 1818 e il 1860 in 16 libri, 25 tomi e 38 volumi da Felice Amato Duboin, la raccolta costituisce un’irrinunciabile fonte per chiunque voglia studiare la legislazione sabauda relativa al ducato di Savoia e al Regno di Sardegna.
Le leggi sono raccolte per materia e contemplano tutti gli aspetti della produzione legislativa sabauda dei secoli XVII e XVIII, con riferimenti, per lo più nelle note, alla legislazione (oppure normativa) pregressa degli Stati dei Savoia attinente alle medesime materie.

L’opera è disponibile anche in HathiTrust, archivio delle opere (monografie e riviste) digitalizzate dagli enti aderenti al consorzio, tra cui il Committee on Institutional Cooperation (CIC) e le più importanti istituzioni di ricerca e biblioteche universitarie statunitensi.

Annunci


Lascia un commento

AMS Historica Collezione digitale di opere storiche

immagine.png

AMS Historica è la collezione di opere antiche e di pregio di AlmaDL, la biblioteca digitale dell’Alma Mater Studiorum, Università di Bologna.

La collezione AMS Historica di AlmaDL offre un unico punto di accesso ai documenti digitalizzati nell’ambito di diversi progetti scientifici, curati dalle varie componenti disciplinari dell’Ateneo. I documenti digitalizzati presenti in AMS Historica sono corredati di metadati bibliografici, strutturali, amministrativi e gestionali che ne favoriscono la conservazione nel tempo e la loro reperibilità.

Tra le collezioni troviamo, Il Codice miniato della Divina Commedia, la collezione IGCyr GVCy il materiale iconografico relativo ai corpora epigrafici Inscriptions of Greek Cyrenaica e Greek Verse Inscriptions of Cyrenaica e i manoscritti greciche fanno parte del fondo che si è formato a partire dalla collezione libraria dello scienziato Luigi Ferdinando Marsili (1658-1730).

 


Lascia un commento

E’ online, il nuovo portale: La Statale Archivi

La Statale Archivi si propone come punto di raccolta del ricco patrimonio documentale conservato presso Biblioteche, dipartimenti e centri di servizio dell’Università degli Studi di Milano.

tumblr_otpc5xXdXu1sfie3io1_1280

Si tratta di 50 archivi per un totale di oltre 150.000 unità archivistiche. Questo costituisce solo la base, la volontà è quella di aumentare sia il numero degli inventari sia la produzione della documentazione scientifica di approfondimento. La Statale Archivi accoglierà progressivamente anche gli inventari di altri fondi archivistici conservati in Statale.

Il portale costituisce la nuova forma di accesso alla conoscenza, possibile attraverso il digitale; vengono abbattute le rigide differenze tra biblioteche e archivi, nel sito infatti è possibile navigare tra immagini digitalizzate, descrizioni d’inventari e proposte di attività di approfondimento.

Accanto all’Archivio storico dell’Ateneo, le cui carte partono dalle Regie Scuole ottocentesche che precedettero la fondazione dell’Università, per arrivare agli anni Sessanta, si trovano archivi che spaziano dall’Egittologia, tra cui vi segnaliamo il fondo Edel Elmar, alla filologia, dall’arte alla filosofia, all’editoria, come l’archivio fotografico “La Notte”,  alla grafica, fino a giungere ad un insolito accostamento tra Archivi e cucina: le 101 ricette letterarie raccolte in Mangiarsi le parole volume curato da Luca Clerici, docente di Letteratura italiana contemporanea all’Università degli Studi di Milano.


Lascia un commento

Bibliografia per la tesi: strumenti utili

Il Servizio bibliotecario ha preparato una pagina che illustra i principali strumenti utili per gestire le bibliografie, salvare, archiviare e condividere le citazioni, inserire le referenze in un testo, scegliere tra i diversi formati citazionali messi a disposizione e modificarli in modo automatico.
Ecco i principali:

Segnaliamo che, grazie ad un accordo con Elsevier, la versione Institutional del software Mendeley per creare e gestire bibliografie è gratuitamente a disposizione di tutti gli utenti con casella di posta @unimi.it.
L’upgrade permette maggiori funzionalità: 100 GB di memoria e la possibilità di creare un illimitato numero di gruppi di lavoro.
Mendeley si propone anche come un ”academic social network”: dopo l’autenticazione è possibile accedere alla pagina University of Milan, seguire le ricerche di coloro che vi hanno aderito e recuperare citazioni preziose archiviate dagli altri aderenti al network.

Per gli utenti non appartenenti all’Università degli studi di Milano è sempre possibile utilizzare la versione free.

Ricordiamo che il Servizio bibliotecario d’Ateneo organizza periodicamente degli incontri sull’uso di questo software bibliografico. 


Lascia un commento

Nuova veste grafica per il Catalogo di Ateneo

opac

Il Catalogo di Ateneo cambia la sua veste grafica per adattarsi alla visualizzazione via smartphone.
La versione web si arricchisce di nuovi filtri per la scelta del materiale, la versione mobile permette una ricerca veloce ed efficace.

Dalle pagine interne del Catalogo è inoltre possibile collegarsi a Explora, il motore della Biblioteca Digitale di Ateneo, che fornisce l’accesso a una vasta collezione di risorse online:

  • più di 11.500 periodici elettronici
  • circa 240 banche dati bibliografiche e a testo completo
  • cataloghi, repertori e riproduzioni di intere collezioni di opere a stampa (EEBO – Early English Books, ECCO – Eighteenth Century Collections).
  • circa 355.000 libri elettronici di varia natura (manuali, enciclopedie, dizionari, opere di riferimento, ecc.)
  • motori di ricerca e portali tematici ad accesso gratuito.

Ricordiamo che la Biblioteca Digitale è rivolta al personale docente e tecnico amministrativo e agli studenti dell’Università degli Studi di Milano che abbiano un rapporto di lavoro o di studio in essere.


Lascia un commento

Biblioteca del Mobile e dell’Arredamento

scansione_mansarda300

La Biblioteca del Mobile ha sede a Lissone, storica “capitale” brianzola dell’arredamento e costituisce un patrimonio unico in Italia e in Europa.

“Il patrimonio librario della biblioteca, compresa fra le biblioteche speciali della Regione Lombardia, è ricco di più di 6.500 opere in varie lingue, ed è costituito unicamente da volumi che documentano:

  • la storia e gli stili del mobile nei secoli e nel mondo;
  • la produzione del mobile dal 1970 ad oggi con particolare riguardo al mobile italiano;
  • la storia e la teoria del design e i designers italiani e stranieri;
  • la situazione economica del settore legno e arredamento con particolare attenzione per la realtà lissonese e brianzola
  • l’architettura (storia, architetti, tipologie di edifici, progettazione), l’urbanistica (storia, studio e progettazione del territorio) e l’ingegneria (storia delle costruzioni edili, materiali e tecniche costruttive)
  • le norme italiane ed europee su mobili, legno e sughero”.

La biblioteca possiede inoltre un fondo di disegni, con centinaia di tavole in microfilm, ed altri interessanti materiali non ancora catalogati.

Sono disponibili, anche al prestito, una serie di riviste dedicate all’arredamento, il cui catalogo è consultabile online.

 


Lascia un commento

Vieni in biblioteca! Gli incontri organizzati dalle biblioteche umanistiche, giuridiche e socio-politiche

VieninBiblio_umanistiche_vert

Sei uno studente e vuoi usare al meglio le risorse bibliografiche a tua disposizione? Vieni in biblioteca!
A ottobre ripartono gli incontri per le ricerche bibliografiche organizzati dalle biblioteche umanistiche, giuridiche e socio-politiche.

A seconda delle tue esigenze puoi scegliere tra
Incontro A: Esami? Ti aiutiamo a trovare i libri
Incontro B: Bibliografia per la tesi, da dove comincio?

Imparerai a trovare i libri per gli esami, a usare la Biblioteca Digitale e a fare ricerche efficaci nel web.
Puoi consultare il calendario di tutti gli incontri e iscriverti a quello più adatto alle tue esigenze.

L’incontro A in programma presso la Biblioteca di Storia si terrà mercoledì 8 novembre, dalle 14.30 alle 16.30 in Sala Edizioni pregiate.