Bibliostoria

Novità in biblioteca, eventi e risorse web interessanti per la storia


Lascia un commento

Cromohs: Cyber Review of Modern Historiography

cromohs_cover

Cromohs è una  rivista annuale, peer-review e open-access edita da Firenze University Press dal 1996.

Grazie a un nuovo comitato editoriale, Cromohs è diventato, dal 2015, un periodico internazionale pubblicato in inglese, punto focale e forum per la storia intellettuale e culturale dal XIV al XIX secolo, pensata in una prospettiva globale.

I campi di interesse della rivista riguardano la storia interculturale, intersecandosi con la storia della conoscenza, emozioni, credenze religiose, etnografia, cartografia, ambiente, cultura materiale e arti.

Ogni fascicolo include una sezione per discussioni critiche e recensioni di volumi.


1 Commento

Leopold Von Ranke: opere digitalizzate dello storico tedesco

Conoscete Leopold von Ranke?

Ranke, Leopold von. – Storico (Wiehe, Turingia, 1795 – Berlino 1886). Per l’equilibrio del giudizio e l’arte del narrare, R. è una delle figure più rappresentative dello spirito europeo del sec. 19º e il riconosciuto maestro della storiografia tedesca.
Convinto che lo storico dovesse non giudicare, ma solo descrivere le tendenze dominanti di ogni epoca, e avverso a costringere la complessità degli eventi in uno schema di interpretazione totale, respinse la filosofia della storia hegeliana.
http://www.treccani.it/enciclopedia/leopold-von-ranke/

Leggi online: opere in lingua originale e tradotte in lingua inglese, francese, spagnola.

Leggi in biblioteca: Una selezione di opere tradotte in lingua italiana


Lascia un commento

Bibliografia dell’Antifascismo Italiano

antifascismo

Bibliografia dell’Antifascismo italiano

La Bibliografia dell’Antifascismo Italiano è un progetto di ricerca promosso e realizzato da studiosi di diverse città italiane (progetto scientifico di A. De Bernardi, L. Rapone, A. Riosa E. Signori, M. Tesoro, A. Vittoria). La banca dati comprende fonti primarie del periodo compreso tra il 1926 e il 1943. La scelta di questi estremi cronologici è ben chiarita nell’Introduzione all’opera:

 Il termine a quo è costituito dunque dai provvedimenti legislativi presentati il 5 novembre 1926 al Consiglio dei ministri, quando di fatto venne chiusa la fase di destrutturazione dello Stato liberale con lo scioglimento di tutti i partiti, le associazioni e le organizzazioni che svolgevano un’attività di opposizione. […] Forse più scontata, anche alla luce di tali presupposti, la scelta del termine ad quem: nella storia del regime fascista, e quindi dell’esperienza antifascista, il 25 luglio 1943 appresenta indubbiamente una data periodizzante. Benché il ruolo giocato dagli oppositori nella caduta di Mussolini sia stato pressoché ininfluente, il crollo del regime pose fine a un’epoca storica di ventennale contrapposizione tra fascismo e antifascismo. Gli eventi che si svolsero tra il 25 luglio 1943 e il 25 aprile 1945 appartengono, a nostro giudizio, a un’altra fase che chiama in causa la Resistenza e le origini della Repubblica, nella quale l’impegno antifascista è collocato in una nuova prospettiva, non più caratterizzata in termini esclusivi dalla lotta contro il regime di Mussolini.  Fonte:  http://66.71.178.156/bibliografiaantifascismo/introduzione.pdf

Nella banca dati è raccolta anche la storiografia prodotta dal 1945 al 2005.
Interessanti le possibilità di ricerca offerte all’utente: accanto ai tradizionali campi (autore, titolo, editore etc.) è possibile selezionare la “provenienza” dei documenti (area politica) e la loro tipologia (atti di congressi, opuscoli, saggi, etc.).


Lascia un commento

American Social History Project

civil war

“Too often History is an irrelevant school subject to be endured for a year or two, a bunch of names and dates quickly forgotten”

L’attività dell’ America Social history project – center for media and learning nasce proprio per scongiurare questa visione della storia e per incentivare l’apprendimento e la comprensione dei fenomeni storici.
ASHP/CML produce pubblicazioni, filmati, e materiali multimediali per analizzare la storia sociale degli Stati Uniti d’America.
Nel sito, molto ricco e ben costruito, si presenta come punto di raccordo di diversi progetti didattici, archivi online e biblioteche digitali. Tra i molti a disposizione, vale la pena segnalare i contenuti della sezione podcast, e della sezione Web project , in particolare l’archivio digitale dell’Undici settembre e Investigating U.S. history, laboratorio interattivo di storia per imparare ad analizzare le fonti primarie.


Lascia un commento

Censimento degli archivi inquisitoriali in Italia

il primo processo di Domenico Scandella detto Menocchio. (archivio storico dell’arcidiocesi di Udine, CA, Sant’Officio, b. 7 fasc. 126) foto Stefano de Colle

“Negli ultimi trent’anni, e in particolare nell’ultimo quindicennio, la storiografia sull’Inquisizione romana si è notevolmente sviluppata, producendo nuovi orientamenti e aprendo nuovi settori di ricerca.
I campi di interesse si sono estesi dalla storia della Riforma e del dissenso religioso, della censura, di singole figure celebri quali Galilei e Bruno, alla storia della cultura popolare, della magia e stregoneria, ai casi di santità spontanea fino alle più recenti storie delle minoranze ebree e musulmane.
Si è anche realizzato un passaggio programmatico dalla storia ecclesiastica alla storia delle procedure giudiziarie negli antichi regimi, alla più generale storia della cultura e della società: [..] l’apertura dell’Archivio della Congregazione per la Dottrina della Fede, ufficializzata nel 1998, ha rappresentato un momento forte di tale processo”.

Il sistema informativo del Censimento della documentazione inquisitoriale riguardante l’Italia in SIUSA prevede la possibilità di descrivere e ricercare i complessi archivistici scanditi nelle partizioni che li compongono. Rimandiamo alla Ricerca guidata per informazioni più precise sulle modalità di ricerca.


Lascia un commento

Donne & diritti. Osservatorio di storiografia giuridica

E’ un’iniziativa che nasce all’interno delle Università italiane e alla quale partecipano docenti di Storia del diritto medievale e moderno.

L’Osservatorio è rivolto a fornire a studenti e studiosi materiali e indicazioni bibliografiche per l’approfondimento di tematiche riguardanti la storia della condizione giuridica femminile: relazioni familiari, matrimonio, maternità, sessualità, corpo, lavoro e professioni, conflitti e violenze, cittadinanza e meccanismi dell’inclusione, in una prospettiva di lunga durata che dal medioevo giunge fino alla contemporaneità.


Lascia un commento

Historians of the Ottoman Empire: una banca-dati di storiografia ottomana


Historians of the Ottoman Empire è l’interessante progetto che si propone di far conoscere tutti gli storici che sono vissuti e hanno scritto all’interno dell’impero ottomano indipendentemente dalla lingua usata (turco, arabo, persiano, armeno, greco e altre lingue). L’ampio “spettro” delle lingue censite è il punto di forza e la novità del progetto.
Per quanto riguarda i criteri di scelta degli autori censiti nel database, queste sono le dichiarazioni degli editori:

An important methodological problem is the question of how to establish the criteria for choosing the historians to be included in the book. In our case, the problem is further complicated by the subsequent evolution of historiography, from the École des Annales to this day, as the scope of the material used by today’s historians would have been unimaginable in the 1920s. After much debate and discussion we decided that some works besides histories in the strictest sense had their place here, insofar as the Historians of the Ottoman Empire project intends to stand as a comprehensive reference work that will make sense to today’s historians. However practical considerations had to be taken in account, as we could not afford to let the size of the project grow so much as to become unmanageable

Due sono gli autori che in passato si sono occupati di storiografia turca a cui il progetto si ispira: Bursalı Mehmed Tahir (1861-1925) e Franz Babinger (1891-1967).
Potete fare una ricerca libera nel database o scorrere gli elenchi (alfabetico, cronologico e per titolo).