Bibliostoria

Novità in biblioteca, eventi e risorse web interessanti per la storia


Lascia un commento

1018-2018. Ariberto d’Intimiano. Mille Anni tra documenti ed edizioni

ariberto-da-intimiano-220

Da lunedì 14 a venerdì 25 maggio la biblioteca ospiterà una mostra dal titolo  1018-2018. Ariberto d’Intimiano. Mille Anni tra documenti ed edizioni, curata dalla dott.ssa Marta Mangini con la collaborazione di alcuni studenti del laboratorio didattico Edizione critica delle fonti documentarie medievali e moderne.

Il breve percorso espositivo è uno degli esiti dell’attività laboratoriale ed è stato pensato per celebrare i mille anni dall’elezione arcivescovile di Ariberto da Intimiano, ripercorrerne alcune significative tappe della complessa tradizione documentaria e della ricca fortuna editoriale, nonché per ricordare nel decennale dalla scomparsa Maria Franca Baroni che proprio ai documenti aribertiani aveva dedicato il suo ultimo lavoro.

Di seguito è possibile scaricare la scheda di presentazione della mostra:
Introduzione a cura di Marta Mangini

 

Annunci


Lascia un commento

Conosci le banche dati utili per la tua tesi o per la tua ricerca?

normal_0007

Anche per il secondo semestre le biblioteche hanno organizzato diversi incontri per imparare a trarre il massimo vantaggio dalle risorse digitali messe a disposizione dall’Ateneo (e-book, e-journal, banche dati).

L’incontro La ricerca in ambito storico si terrà il mercoledì 9 maggio, dalle 14.00 alle 17.00 in Aula Manhattan.

L’’incontro si propone di illustrare e guidare all’’utilizzo di alcune banche dati delle discipline storiche medievali, moderne e contemporanee, sia bibliografiche che full text.

Saranno illustrate le seguenti risorse online:

  • PIO (Periodical Index Online): indicizza oltre circa 4.750 periodici, di cui 231 italiani, nel campo delle scienze umane e sociali dal loro primo numero fino al 1995.
  • REGESTA IMPERII –OPAC: catalogo e banca dati multidisciplinare per la ricerca bibliografica di carattere umanistico in eta’ medievale. L’area geografica di riferimento è l’Europa.
  • DARWINBOOKS: archivio digitale delle pubblicazioni della casa editrice Il Mulino. Presenta diverse centinaia di testi di ricerca di autori italiani pubblicati a stampa dopo il 2000 e organizzati in collezioni disciplinari (storia, filosofia, linguistica e critica letteraria, scienza politica, sociologia, psicologia, economia e diritto).
  • U.S. INTELLIGENCE ON EUROPE: raccolta di oltre 4.000 documenti del governo degli Stati Uniti relativi alle attività di intelligence in Europa dalla fine della seconda Guerra Mondiale al 1995.
  • WBIS (World Biographical Information System): contiene biografie concise di 6 milioni di persone. Gli articoli sono riprodotti come immagini facsimili. •
  • HISTORICAL ABSTRACTS WITH FULL TEXTS : banca dati full text di ambito storico. Comprende tutti i temi della storia moderna e contemporanea mondiale (dal 1450 ai giorni nostri) ad esclusione della storia nord-americana. Ha un ottima copertura sui temi europei ed italiani.

E’ già possibile iscriversi. Per informazioni e iscrizioni consultare la pagina dedicata.


Lascia un commento

Studi di storia medioevale e di diplomatica – Nuova serie

homepageImage_it_IT.png.pagespeed.ce.6PcaOK4UGk

Studi di Storia Medioevale e di Diplomatica – nuova serie è una rivista Open Access pubblicata con cadenza annuale dal Dipartimento di Studi Storici dell’Università degli Studi di Milano sulla piattaforma di “Riviste UNIMI”, nel rispetto dei criteri necessari per l’accreditamento tra le riviste scientifiche.

La pubblicazione si connota per la stretta interrelazione tra due aree disciplinari, distinte ma contermini: quella degli storici medievisti e quella dei paleografi, diplomatisti, codicologi.

La nuova serie nasce come prosecuzione dell’omonima pubblicazione promossa nel 1976 da Giuseppe Martini, Giorgio Costamagna, Maria Franca Baroni e Gigliola Soldi Rondinini, professori dell’Università degli Studi di Milano. Tutti agli articoli apparsi nella serie cessata, uscita con regolarità fino al 2001, sono ora disponibili in formato .pdf ricercabile nella sezione Archivio del sito.

Il Comitato Scientifico è composto da Giuliana Albini (direttore responsabile) e Beatrice Del Bo, Marta Calleri, Cristina Carbonetti, Nadia Covini, Andrea Gamberini, Clelia Gattagrisi, Paolo Grillo, Liliana Martinelli, François Ménant, Hannes Obermair, Roberto Perelli Cippo, Daniel Pinol, Antonella Rovere, Francesco Senatore, Francesca Vaglienti, Martin Wagendorfer.

Il Comitato di Redazione è composto da Elisabetta Canobbio, Marta Mangini (segretaria), Fabrizio Pagnoni.

Per contatti e per sottoporre proposte di pubblicazione scrivere a redazione.ssmd@unimi.it.


Lascia un commento

Le banche dati d’Ateneo: Papal letters

220px-Giotto_-_Bonifatius_VIII

Bonifacio VIII indice il giubileo del 1300 (Giotto – frammento di affresco). Fonte: Wikipedia

La banca dati Papal letters, conosciuta anche come Ut per litteras apostolicas, edita da Brepolis e curata dall’École française de Rome e dall’Institut de recherche et d’histoire des textes, rappresenta la versione elettronica dei famosi Registri e lettere dei Papi del XIII secolo (32 vol.; Roma, 1883- ) e di quelli relativi al XIV secolo (48 vol.; Roma, 1899- ).

Comprende quindi il testo completo delle “litterae communes” e delle “litterae secretae”, per un totale di 24 milioni di parole.

Per la qualità del materiale contenuto, la base dati offre una rappresentazione significativa dei vari aspetti della vita sociale e culturale del medioevo cristiano, come le istituzioni ecclesiastiche, il clero, lo Stato Pontificio, la politica, il sistema giuridico, le tasse, il governo e le finanze, la società secolare, la vita religiosa, quella intellettuale e artistica, l’economia, le guerre, l’ambiente e i disastri naturali.

La stampa e la copia del materiale recuperato sono consentite, in modo non sistematico, per uso personale di studio o di ricerca.


Lascia un commento

Castelli del Trentino

castelli

Il portale Castelli del Trentino rappresenta i risultati della ricerca APSAT, progetto che ha convolto ricercatori di vari enti, tra cui le Università di Trento, Padova e Venezia.

Il progetto, durato quattro anni, ha indagato gli aspetti storici, architettonici e archeologici dei paesaggi d’altura del Trentino e si è concentrato in particolar modo sulle fortificazioni medievali sorte tra il tardo antico e il basso medioevo; non solo castelli quindi, ma ma anche torri, castra e domus murate.

Nel portale sono presenti 194 schede riferite alle strutture indagate e riportanti informazioni di carattere storico, artistico ed iconografico, consultabili attraverso una navigazione geografica, per compartimenti vallivi, per sito oppure tramite la funzione cerca. E’ possibile visionare anche alcune notizie sui castelli “scomparsi”, ossia menzionati nella documentazione antica ma non più rintracciabili sul territorio.

Ogni scheda è così composta:

  • storia (con una breve bibliografia)
  • iconografia
  • voci e curiosità


Lascia un commento

Le banche dati d’Ateneo: Lexikon des Mittelalters

LexikondesMittelalters

Lexikon des Mittelalters. Fonte: Wikipedia

Lexikon des Mittelalters online (LexMA), basato sull’omonima enciclopedia pubblicata in Germania tra il 1977 e il 1999, è un importante strumento di ricerca per i medievisti, pubblicato da Brepolis.

Le voci del LexMA coprono tutti gli aspetti disciplinari del Medioevo nel periodo compreso tra il 300 e il 1500 e in un’area geografica che comprende l’intera Europa, parte del Medio Oriente e del Nord Africa.
L’intento è quello di documentare le radici della cultura occidentale e di quella ai suoi confini (cultura bizantina, araba e giudaica).

La versione online ha incrementato le voci presenti nell’edizione tedesca a stampa con l’inclusione di keyword in inglese e con i collegamenti all’International Medieval Bibliography e alla Bibliographie de civilisation médiévale.

Come per le altre banche dati, l’accesso da casa è consentito autenticandosi con le credenziali della posta elettronica d’Ateneo.


1 Commento

Bibliographie Historique de l’Ordre de Saint-Augustin

header_background

Sono online le informazioni bibliografiche pubblicate dal 1976 nella rivista Augustiniana, sotto il titolo Bibliographie Historique de l’Ordre de Saint-Augustin
La bibliografia, così come la rivista, è edita dall’Istituto Storico Agostiniano di Lovanio.

Con il nome Ordine di Sant’Agostino si indicano tanto i canonici regolari di S. Agostino, che nella loro organizzazione attuale risalgono a subito dopo il concilio lateranense del 1059, come gli eremitani di S. Agostino, che si organizzarono ad ordine nel 1256 quando Alessandro IV riunì in un sol corpo varie congregazioni di eremiti professanti la regola agostiniana.

da Enciclopedia Italiana Treccani (1929)

E’ molto utile la funzione browse, all’interno del quale si possono scorrere le seguenti voci:

  • Ordine geografico
  • Provincie
  • Congregazioni
  • Indice tematico
  • Storia generale
  • Storia delle Persone
  • Suore agostiniane
  • Agiografia – Iconografia