Bibliostoria

Novità in biblioteca, eventi e risorse web interessanti per la storia


Lascia un commento

Il lavoro sul fondo Antonello Gerbi continua

Nel mese di giugno, in occasione del progetto alternanza scuola-lavoro, è proseguito il “salvataggio” dei materiali allegati ai volumi del fondo librario Antonello Gerbi iniziato nei mesi precedenti (vedi l’articolo precedente).

La novità importante riguarda l’innovazione dei materiali utilizzati nel lavoro:

Pagine danneggiate dalla carta acida

  • Guanti in cotone per prevenire il danneggiamento dei documenti.
  • Cartellette in carta alcalina, utili per una conservazione a lungo termine dei materiali rinvenuti all’interno dei volumi (soprattutto costituiti da ritagli di giornale in carta acida). La carta alcalina infatti è un particolare tipo di carta trattato con sali come il bicarbonato di calcio, la cui utilità consiste nel ripristinare un PH (valore dell’acidità presente) neutro.

 

Analisi dei documenti in corso

SEZIONI TRATTATE

Durante il lavoro sono stati esaminati tre settori tematici:

  • Cristianesimo antico (FAG.02)
  • Risorgimento (FAG.03)
  • Benedetto Croce. Testi e studi ( FAG.04)

Il primo settore trattato non sembra essere stato soggetto di particolare interesse da parte di Gerbi: infatti una grande quantità di volumi non presenta segni di lettura (fascicoli non ancora tagliati).

Per quanto riguarda il settore riservato al Risorgimento, la percentuale di ritrovamento di documenti all’interno dei volumi è stata di circa il 20%, piuttosto bassa rispetto alle aspettative ( i settori finora analizzati presentavano una percentuale di circa il 30-40%).

La sezione dedicata a Benedetto Croce è stata invece particolarmente studiata e sviluppata da Gerbi; infatti i due intrattenevano un rapporto di amicizia e  Gerbi aveva preso spunto  dall’opera Gli elementi di politica dello stesso Croce per sviluppare la propria tesi di laurea “I teorici dello Stato come forza o potenza”.

È in corso il lavoro sul settore “Illuminismo” (FAG.05).

 

BIBLIOGRAFIA

 

A cura di Tommaso Muzio e Federico Barlera, studenti del liceo scientifico P.Bottoni a Milano.

Alternanza Scuola-Lavoro, giugno 2017


Lascia un commento

The Hawaiian gazette

 

thumbnail

Tra le collezioni digitalizzate della Library of Congress troviamo il periodico The Hawaiian gazette, che ci permette di conoscere la storia dell’arcipelago delle Hawaii, facenti parte degli Stati Uniti d’America dal 1959.

Il periodico fu pubblicato a Honolulu, principalmente in inglese, a partire dal 1865 fino al 1918.
Durante i 53 anni della sua esistenza, la rivista ha documentato le quattro monarchie Hawaiane, il rovesciamento del Regno, l’annessione agli Stati Uniti d’America e la nascita del Territorio delle Hawaii.

Oltre alle notizie locali e internazionali, sono riportate notizie riguardanti gli orari e la programmazione delle navi, le statistiche di import e export, le cifre relative al consumo dello zucchero e un’ampia varietà di pubblicità commerciale.


1 Commento

Manus OnLine: nuovo sito web

pagina_indici2

Lucca, Biblioteca statale, ms., 1379, c. 12v

MANUS è un database che comprende la descrizione e le immagini digitalizzate dei manoscritti conservati nelle biblioteche italiane pubbliche, ecclesiastiche e private.

Il progetto Manus, a cura dell’Istituto Centrale per il Catalogo Unico, ha avuto inizio nel 1988 ed è un censimento dei manoscritti in alfabeto latino prodotti dal Medioevo all’età contemporanea, ivi compresi i carteggi.

E’ da poco online il nuovo sito con gli Indici dei nomi di Copisti, Illustratori, Provenienze e Possessori, Origine dei manoscritti, già identificati almeno con un dato cronologico.

  • Indice copisti: copisti medievali e della prima età moderna e persone, anche di epoca successiva, che hanno vergato i testi dei manoscritti, per esempio i mittenti di lettere o gli autori di cui siano stati rinvenuti gli autografi.
  • Indice illustratori: miniatori e illustratori per i quali sia stato individuato almeno un dato cronologico.
  • Indice provenienze: possessori (e provenienza) presenti nella base dati dei manoscritti per i quali sia già stato individuato almeno un dato cronologico.
  • Indice origini: nomi di ente e di luogo in cui sono stati prodotti i manoscritti catalogati, ove presenti nella scheda. L’indice è in fieri.


Lascia un commento

Studi di Storia: collana open access

logo-ecf-slider

Segnaliamo la collana Studi di Storia, pubblicata in open access dalla casa editrice dell’Università Ca’ Foscari.

La collana, coordinata da Laura Cerasi, Mario Infelise e Anna Rapetti, si propone di ospitare studi di storia medievale, moderna e contemporanea, spaziando tra la dimensione locale della storia veneziana e veneta e quella ampia della storia europea ed extraeuropea. “Studi di storia” intende dedicare particolare attenzione alle ricerche che adottino una prospettiva di indagine interdisciplinare e che siano aperte ai contatti con le scienze sociali. Vi troveranno spazio pubblicazioni che scaturiscono dalle attività di ricerca di Ca’ Foscari e pubblicazioni di studiosi e istituzioni italiane e straniere che contribuiscano a mettere in evidenza la rete delle collaborazioni nazionali e internazionali dell’Ateneo in ambito storico.

Sul portale delle Edizioni Ca’ Foscari sono consultabili online alcuni volumi:

L’editore pubblica anche, dal 2012, una serie di riviste ad accesso aperto e peer review.


Lascia un commento

Europeana Photography

Il progetto Europeana Photography, ovvero EUROPEAN Ancient PHOTOgraphic vintaGe repositoRies of DigitAized Pictures of Historic qualitY, intende riunire diverse collezioni fotografiche provenienti da archivi, biblioteche pubbliche, musei e agenzie di 13 paesi dell’Unione Europea.

Il portale contiene 430.000 fotografie a partire dal 1839 alla fine della Seconda guerra mondiale e le rende per la prima volta disponibili al vasto pubblico.

Le fotografie catturano vita quotidiana, sport, ritratti, paesaggi, politica lungo l’arco dell’Ottocento e durante i difficili anni della guerra.
Alcune foto sono di dominio pubblico, mentre altre sono protette da copyright.

Ecco di seguito i link ai nostri post relativi ai progetti Europeana:


Lascia un commento

Schindler’s Factory – L’occupazione nazista a Cracovia

La mostra permanente Kraków under Nazi Occupation 1939–1945 è ospitata a Cracovia presso la fabbrica di stoviglie di Oskar Schindler,  l’imprenditore di origine morava la cui vicenda ha ispirato il film di Spielberg del 1993, Schindler’s List.

La mostra non narra la vicenda dell’industriale che salvò quasi 1.200 ebrei, ma la storia di Cracovia e dei suoi abitanti, polacchi ed ebrei, durante la Seconda guerra mondiale.
Si ripercorre anche l’occupazione del suolo polacco del 6 settembre 1939, ad opera dei tedeschi nazisti, che distrussero la storia delle relazioni tra i suoi abitanti, lunga secoli.

La narrazione della guerra si interseca qui con la vita quotidiana e i drammi delle persone che si trovarono ad affrontare la tragedia che sconvolse il mondo intero.

Il sito dei musei storici della città di Cracovia è ricco di immagini digitalizzate relative a manoscritti, mappe, fotografie, documenti e oggetti esposti.

Per notizie biografiche su Oskar Schindler è consultabile la voce relativa dall’Enciclopedia dell’Olocausto, a cura dello United States Holocaust Memorial Museum di Washington.


Lascia un commento

Il Giro d’Italia tra storia e leggenda: 100 anni di vita italiana

Il Giro d’Italia, la corsa ciclistica a tappe più famosa ed importante del nostro paese, giunge quest’anno alla sua 100° edizione.
Nel corso degli anni la manifestazione sportiva si intreccia alle vicende italiane ed abbandona l’ambito strettamente sportivo per diventare un vero e proprio specchio della società italiana e dei suoi mutamenti.

In questa occasione vogliamo segnalare risorse online, libri e strumenti utili per ricostruire il percorso della manifestazione, dalla prima edizione del 1909 all’attuale in corso.

Consigli di lettura

Strumenti utili

Dal sito della Gazzetta dello sport i partecipanti, i vincitori e le classifiche: tutte le edizioni del giro d’Italia.

Sempre dalla Gazzetta, le tappe di tutte le edizioni.

Risorse online

Esordi del ciclismo e avvio del Giro nell’articolo di Eugenio Camillo Costamagna, Come si arrivò al giro d’Italia in bicicletta, Rivista mensile del touring club italiano, 01/1909.

Su RaiStoria (visibile anche online) va in onda Viaggio nell’Italia del Giro: per i 100 anni, particolare attenzione a curiosità ed aneddoti della storia del ciclismo.

Abbondantissima la documentazione foto-video disponibile sul sito dell’Istituto Luce: più di 200 tra cinegiornali e documentari, e oltre 200 fotografie.

Per gli articoli di cronaca, consigliamo una ricerca nell’archivio storico de “La Stampa“: Tra i primi articoli pubblicati in proposito, il 14 maggio 1909, la cronaca della prima tappa Milano-Bologna.

Curiosità

Anche una donna ha corso il giro d’Italia insieme ai colleghi maschi, ben prima che il ciclismo femminile fosse riconosciuto: Alfonsina Morini Strada.

Dopo due edizioni del giro di Lombardia partecipò infatti al Giro d’Italia 1924, e fu tra i pochi atleti che conclusero la manifestazione.

Per approfondire:

Voce Alfonsina Morini Strada nella Enciclopedia delle donne.

Voce Alfonsina Strada a cura di Alessandra Antinori nel portale 150anni.it che nella sezione Le italiane ripropone in versione digitale 260 schede biografiche di italiane illustri.