Bibliostoria

Novità in biblioteca, eventi e risorse web interessanti per la storia


Lascia un commento

Cultura de vino: collezioni della Biblioteca Nacional de España

 

1 - Main frame12

Il vino è stato la bevanda universale per eccellenza attraverso la storia dell’umanità. Accompagna le culture e le società mediterranee da 8.000 anni e in questo millennio è stato presente nel loro sviluppo, nell’immaginario collettivo, nel repertorio di simboli liturgici e negli usi e costumi, rappresentandosi in infinite forme.

E’ online il portale spagnolo Cultura de vino, realizzato grazie alla collaborazione della Biblioteca Nacional de España (BNE) con la Fundación Vivanco para la Cultura del Vino.

Il progetto, bibliografico-iconografico, ha lo scopo di diffondere la documentazione, tratta dalle collezioni della BNE, riguardante la cultura e la storia della “bevanda degli dei”.

In particolare, sono stati digitalizzati nel portale: incisioni, disegni, ephemera, menù di ristoranti, manifesti ed Ex-libris, la cui iconografia è relazionata direttamente o indirettamente con questo sacro nettare, con la mitologia di Dioniso e Bacco, con il rapporto tra vino e cristianesimo, vino e arte, vino e pubblicità, i lavori del vino, le industrie ausiliarie del vino, ecc…


Lascia un commento

La Prima guerra mondiale nel Fondo militare della Biblioteca universitaria di Genova

BUGE_Lo_scritto01.jpg_1944328970

Segnaliamo questa nuova interessante digitalizzazione di 1.370 immagini, tra cui carte geografiche e mappe, accessibile dal portale Internet Culturale.

La Biblioteca universitaria di Genova nel 1934 ha avuto in cessione permanente la Biblioteca del Presidio Militare di Genova. Dal fondo, ricco di testi riguardanti le discipline belliche, a partire dal 2012 e nella prospettiva della ricorrenza del Centenario della Prima Guerra Mondiale, sono stati scelti e digitalizzati testi relativi alla Grande Guerra.


Lascia un commento

Europeana Migration

EuropeanaMigration

A family with 10 children are going to emigrate, Jacq Stevens, 1955, Gooi en Vecht Historisch, Netherlands, CC BY-SA

Europeana Migration è la nuova collezione, parte del progetto Europeana, dedicata alla storia delle migrazioni.

Europeana Migration contiene le raccolte digitali dedicate al tema dell’emigrazione ed immigrazione in Europa, così come all’interno del continente.
I documenti provengono da istituzioni culturali, ma anche dal pubblico, che può contribuire alla crescita del progetto.

Il sito nasce con lo scopo di mostrare come i movimenti migratori hanno contribuito alla ricchezza della nostra cultura europea. Le raccolte sono in continuo aggiornamento, con l’aggiunta di nuovi materiali provenienti da musei, gallerie, biblioteche e archivi europei.

Ricordiamo i nostri post relativi ai progetti facenti capo a Europeana:


Lascia un commento

Storia e memoria di Bologna

 

bologna

Bologna nel Lungo Ottocento – 1796|1915

Il portale “Storia e Memoria di Bologna” dà voce ai protagonisti maggiori e minori della storia, nel periodo compreso tra l’età Napoleonica e la Liberazione del 1945: i caduti bolognesi che persero la vita nella Grande Guerra e nella Resistenza, le vittime della strage di Monte Sole, i nostri predecessori illustri o sconosciuti che riposano al Cimitero Monumentale della Certosa, ed altri ancora, che andremo ad individuare seguendo una progettualità mai conclusa.

Il portale, a cura del Museo civico del Risorgimento di Bologna, documenta la storia di Bologna attraverso “scenari”, in continuo aggiornamento, che ricostruiscono:

  • biografie,con piccole e grandi storie personali;
  • eventi, dai grandi avvenimenti a quelli minori;
  • luoghi, in cui si sono svolti gli eventi grandi e piccoli della città;
  • organizzazioni, in particolare l’associazionismo cittadino;
  • opere, dai capolavori d’arte ai documenti;
  • simbologie illustrate;
  • fonti bibliografiche;
  • monumenti.

Il tutto è presentato attraverso digitalizzazioni, materiale multimediale e ricostruzioni 3D.


1 Commento

Canzone italiana 1900-2000

Abanner2_B

Canzone Italiana è una piattaforma per l’ascolto on line dell’inestimabile patrimonio sonoro di oltre un secolo di canzone italiana, dal 1900 al 2000 e nasce con l’obiettivo di diffondere questa importante parte della nostra cultura a un target multigenerazionale. Caratteristica distintiva del sito è il recupero storico, analitico e ragionato di una produzione fono discografica che si presenta oggi, soprattutto in rete, dispersa e non organizzata.

Il portale, nato con la collaborazione del Ministero dell’Istruzione e della Ricerca, il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, la SIAE, Associazioni di produttori indipendenti, autori, interpreti, musicisti, esperti, privati collezionisti, è una collezione di migliaia di brani provenienti dalle raccolte dell’Istituto Centrale per i Beni Sonori e Audiovisivi.

Oltre alla musica italiana, suddivisa in due periodi storici, 1900-1950 e 1950-2000, è possibile ascoltare brani provenienti dalle tradizioni popolari regionali.

Completano l’offerta contributi speciali, come:

  • mostre virtuali
  • storie
  • classifiche e cronologie
  • bibliografie
  • approfondimenti

Segnaliamo a questo proposito, tra gli approfondimenti, la Discografia nazionale della canzone italiana, archivio della produzione discografica italiana “dai primi dischi a 78 giri fino alla quasi completa cessazione di pubblicazioni su vinile (1990-91) e alla comparsa del compact disc (dal 1982)”.

Infine, nella nostra biblioteca è presente l’opera in due volumi La canzone italiana 1861-2011 : storie e testi, con collocazione 10L. 03.EG. 0566. 


1 Commento

Codici decorati braidensi dei secoli 13.-17.

Braidense_AC_XIII_41_0009.jpg_1944330702

Sono online i manoscritti digitalizzati provenienti dalle raccolte della Biblioteca nazionale Braidense, che sono stati scelti tra quelli più importanti all’interno dei fondi.

Elenchiamo di seguito alcuni titoli rappresentativi:

  • la Geografia di Francesco Berlinghieri (AC.XIX.44), allestita per Lorenzo il Magnifico
  • il codice miniato quattrocentesco della Leggenda di Josaphat e Barlaam (AC.XI.37)
  • la Legenda aurea di Jacopo da Varagine datata 1493 (AE.XIV.19-20)
  • due Uffici mariani (AC.VIII.28 e 32)
  • il Graduale Carthusianum (AD.XII:20), della Certosa di Garegnano
  • il Missale ad usum Ordinis Carthusiensis (AG.XII.1), della Certosa di Pavia
  • un codice fiorentino miniato della terza cantica della Divina Commedia, con i commenti di Jacopo della Lana (AG.XII.2)

I manoscritti sono consultabili dal portale Internet Culturale.