Bibliostoria

Novità in biblioteca, eventi e risorse web interessanti per la storia


Lascia un commento

L’Università di Torino e la Grande Guerra

I volti degli studenti caduti al fronte

I volti degli studenti caduti al fronte

L’interessante mostra virtuale a cura dell’Università di Torino, presenta “le fonti archivistiche, bibliografiche e museali che documentano il contributo dell’Ateneo all’innovazione – indotta e accelerata dallo sforzo bellico – in campo scientifico, medico, sociale e culturale”.

L’iniziativa si colloca nell’ambito delle celebrazioni per il Centenario della Prima guerra mondiale ed è distribuita con licenza Creative Commons.

La collezione include la pubblicistica del corpo accademico nel decennio 1914-1924 influenzata dalla guerra, le immagini degli aspiranti piloti selezionati dal Laboratorio dell’Istituto di Fisiologia, i volti e le vite degli studenti caduti al fronte, il contributo all’assistenza dei combattenti e al conforto dei prigionieri.

Tutti i  documenti sono corredati da una descrizione dettagliata e quelli posseduti dalle Biblioteche possono essere scaricati in formato pdf; inoltre troviamo una bibliografia di Annuari e Pubblicazioni sulla storia dell’Ateneo disponibili online.

La mostra è stata presentata ufficialmente il  26 gennaio 2016  presso la  Biblioteca storica di Ateneo “A. Graf”.


Lascia un commento

Lire à la chandelle: una mostra virtuale su libri e biblioteche private nel Settecento

lire à la chandelle

Una piccola mostra online, Lire à la chandelle, realizzata a partire da documenti conservati presso gli archivi della città di Losanna, permette di scoprire le biblioteche private di tre cittadini della città nel XVIII secolo.

Più che di una mostra vera e propria si tratta di un percorso guidato alla scoperta degli inventari dei beni librari posseduti da

Oltre all’inventario originale è possibile accedere ai volumi digitalizzati (su google books).

La mostra, in lingua francese, offre anche alcuni suggerimenti bibliografici pe run approfondimento dei temi trattati:

Furrer, Norbert. Des Burgers Buch : Stadtberner Privatbibliotheken im 18. Jahrhundert, Zurich : Chronos, 2012
Furrer, Norbert. La bibliothèque du conseiller lausannois Benjamin Milot en 1757, in Revue historique vaudoise (2012), p. 297-314
Netz, Robert. Livres et lecteurs à Lausanne sous l’Ancien Régime, in Mémoire Vive, no 4(1995), p. 9-16
Corsini, Silvio. Le livre à Lausanne : cinq siècles d’édition et d’imprimerie, Lausanne : Payot, 1993


Lascia un commento

La biblioteca dell’architetto del Rinascimento

Antichi libri nella biblioteca del Merton College a Oxford

Antichi libri nella biblioteca del Merton College a Oxford. (Wikipedia)

Segnaliamo la mostra virtuale, realizzata sulla piattaforma MOVIO, che ha come tema l’architettura nei trattati rinascimentali, raccontata attraverso i volumi conservati nella Biblioteca Universitaria di Padova.

La biblioteca dell’architetto del Rinascimento guarda al passato, ai grandi modelli dell’Antichità nelle forme e negli stili, per dare vita ad un’architettura  nuova e moderna, costruita anche attraverso la pratica edificatoria quotidiana al servizio di una ricca committenza sia religiosa che laica, pubblica come privata, prodotto delle mani di colui che non solo è un tecnico, perfetto conoscitore di materiali e geometrie, ma anche un artefice e un artista, signore dello spazio e inventore di prospettive, uomo di cultura e intellettuale a tutto tondo.

La mostra si articola in cinque sezioni; completano l’esposizione una sezione dedicata agli autori e una dedicata ai volumi, con note di possesso, timbri e legature.

Molto interessante, tra i materiali a corredo della mostra, un Piccolo lessico del libro antico.


Lascia un commento

Educational ephemera and children’s games of the 18th and 19th centuries

carousel-image-3

Tra le collezioni della Digital Bodleian di Oxford segnaliamo quella che riguarda 229 tra giochi da tavolo, “writing blanks” e altre stampe per bambini a scopo educativo o di intrattenimento.
La collezione riguarda ephemera e giochi pubblicati durante il XVIII e XIX secolo.

La Bodlean Library ha digitalizzato 115.179 immagini per un totale di 27 collezioni, in aggiornamento costante.
Dal sito è possibile accedere ad altre interessanti mostre online.


Lascia un commento

Napoleone e la battaglia di Waterloo: risorse online

La battaglia di Waterloo. Da Wikipedia.org

La battaglia di Waterloo. Da Wikipedia.org

Lo scorso 18 giugno si sono celebrati i 200 anni dalla battaglia di Waterloo.

Per l’occasione segnaliamo due interessanti risorse online.

La mostra curata dalla University of Warwick The last stand: Napoleon’s 100 days in 100 objects ripercorre, giorno per giorno, le tappe dei 100 giorni, dall’esilio all’Elba alla sconfitta finale.

Il portale Waterloo 200 è un progetto curato dal National Army Museum e da Culture 24. Ricostruisce la battaglia attraverso oggetti, articoli, video suddivisi in sei temi e una timeline. Il sito riporta anche eventi e risorse didattiche per gli insegnanti della scuola secondaria.


Lascia un commento

2 giugno: Festa della Repubblica

Ricordiamo a tutti i nostri utenti che
l’Ateneo rimarrà chiuso lunedì 1 giugno.

La Biblioteca riaprirà regolarmente mercoledì 3 giugno.

Dal sito della Biblioteca Braidense è scaricabile il pdf dell’interessante mostra che si è tenuta nel 2009, dal titolo
2 giugno 1946: nasce la Repubblica italiana. Mostra documentaria dalle collezioni di periodici della Braidense.

All’interno della Rassegna Domani avvenne: notizie, fatti, cronache, eventi del passato attraverso la stampa periodica dell’epoca, la Sezione Microfilm della Biblioteca Braidense presenta:
2 giugno 1946: nasce la Repubblica italiana
Mostra di quotidiani e riviste che testimoniano il clima e le passioni che animarono l’Italia del dopoguerra, chiamata a scegliere, democraticamente e a suffragio universale, tra Repubblica e Monarchia.


Lascia un commento

Lincolniana at Brown

Abraham Lincoln. http://it.wikipedia.org

Abraham Lincoln. http://it.wikipedia.org

Lincolnkën⟩, Abraham. – Statista statunitense (Hodgensville, Kentucky, 1809Washington1865), sedicesimo presidente degli Stati Uniti d’America. Avvocato autodidatta, convinto antischiavista, fu deputato per i whig dal 1834 al 1842 al parlamento dell’Illinois e successivamente al Congresso (1846-49), mentre dal 1856 aderì al nuovo partito repubblicano. La sua elezione a presidente nel 1860 provocò una sollevazione degli stati schiavisti, cui seguì la creazione di una confederazione indipendente e la guerra di secessione. Nel 1863 L. emanò il proclama di emancipazione dei neri, che aboliva la schiavitù limitatamente, però, agli Stati scissionisti. Riconfermato presidente nel 1864, l’anno successivo fece approvare al Congresso l’emendamento alla Costituzione che sanciva l’abolizione della schiavitù in tutta l’Unione americana. Fu ucciso poco dopo la resa definitiva dei sudisti.

Voce dall’Enciclopedia Treccani

Il Center for Digital Scholarship della Brown University ha una ricchissima collezione di materiali digitalizzati relativi al Presidente americano. Continua a leggere

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Segui assieme ad altri 1.519 follower