Bibliostoria

Novità in biblioteca, eventi e risorse web interessanti per la storia


Lascia un commento

Il Teatro nel Lazio 1798-1870

getImage

E’ online la mostra digitale, curata dall’Archivio di Stato di Roma e dalla Direzione Cultura e Politiche Giovanili della Regione Lazio, che ricostruisce la storia degli spazi pubblici e privati e delle attività teatrali nei territori del Lazio durante il Risorgimento.

La mostra presenta i risultati del censimento delle fonti riguardanti la storia del teatro nel Lazio, condotto negli archivi e nelle biblioteche dei comuni di Frosinone, Gaeta, Genzano, Magliano Sabina, Rieti, Sezze, Sora, Tarquinia, Velletri e Viterbo, scelti come casi significativi della realtà culturale della Regione Lazio.
Il percorso espositivo è articolato in tre sezioni principali“in viaggio con le Compagnie”, “la mostra per immagini”, “la mostra si racconta” – che introducono il visitatore alla ricchezza di documenti e informazioni prodotte dal lavoro di ricerca svolto da archivisti e ricercatori professionisti.

  • In viaggio con le compagnie: attraverso una mappa ottocentesca del Lazio è possibile seguire i percorsi degli artisti e delle compagnie.
  • La mostra per immagini: una scelta fra dei documenti censiti, costumi e figurini, manifesti, immaginario, manoscritti, mappe, ritratti, copioni e libretti, disegni e vedute.
  • La mostra si racconta: le storie e i protagonisti del teatro nel Lazio tra il 1798 e il 1870.

Completano il percorso uno schedario e un grafo.

Annunci


Lascia un commento

Europeana Migration

EuropeanaMigration

A family with 10 children are going to emigrate, Jacq Stevens, 1955, Gooi en Vecht Historisch, Netherlands, CC BY-SA

Europeana Migration è la nuova collezione, parte del progetto Europeana, dedicata alla storia delle migrazioni.

Europeana Migration contiene le raccolte digitali dedicate al tema dell’emigrazione ed immigrazione in Europa, così come all’interno del continente.
I documenti provengono da istituzioni culturali, ma anche dal pubblico, che può contribuire alla crescita del progetto.

Il sito nasce con lo scopo di mostrare come i movimenti migratori hanno contribuito alla ricchezza della nostra cultura europea. Le raccolte sono in continuo aggiornamento, con l’aggiunta di nuovi materiali provenienti da musei, gallerie, biblioteche e archivi europei.

Ricordiamo i nostri post relativi ai progetti facenti capo a Europeana:


1 Commento

Giorno della memoria 2018: la deportazione femminile in Italia

IMG_20180124_110910

In occasione del 27 gennaio, Giorno della memoria delle vittime della Shoah e delle persecuzioni nazifasciste, la nostra Biblioteca ha organizzato una mostra bibliografica sulla deportazione femminile in Italia.

“Essere prigioniere vuole dire dover esporre in pubblico, a sguardi aguzzini corpi abituati dal costume di cinquanta anni fa ad un pudore rigoroso; vedere quelli di altre, magari anziane e restarne turbate, subire la violenza per poter sopravvivere, non potersi più riconoscere nella propria immagine fisica. Vuol dire vivere con bambini destinati a sparire, con compagne che arrivano incinte in lager e si affannano per nutrire un figlio che verrà ucciso appena nato; scoprire nelle donne e anche in se stesse una distruttività che non si sarebbe mai immaginata.”

La deportazione femminile nei lager nazisti / relazione introduttiva di Anna Bravo ; relazioni e testimonianze di L. Beccaria Rolfi … [et al.] ; a cura di Lucio Monaco Milano : F. Angeli, [1995] 207 p. ; 22 cm

IMG_20180124_112542Ecco di seguito l’elenco dei volumi esposti:

Donne ad Auschwitz / Charlotte Delbo ; prefazione di Frediano Sessi. – Udine : Gaspari, 2014. – 254 p. ; 24 cm. ((Traduzione di Marisa Alliod

La deportazione femminile nei lager nazisti / relazione introduttiva di Anna Bravo ; relazioni e testimonianze di L. Beccaria Rolfi … [et al.] ; a cura di Lucio Monaco. – Milano : F. Angeli, [1995]. – 207 p. ; 22 cm. ((Atti del Convegno tenuto a Torino nel 1994. – Trad. di Sandra Ghironi, Lucio Monaco, Eleonora Vincenti. – In testa al front.: Consiglio regionale del Piemonte, ANED-Associazione nazionale ex deportati politici nei campi di sterminio nazisti.

Le deportazioni femminili dall’Italia fra storia e memoria / Alessandra Chiappano ; a cura di Bruno Maida e Brunello Mantelli. – Milano : UNICOPLI, 2014. – 350 p. ; 21 cm

Ravensbrück : everyday life in a womenʼs concentration camp 1939-45 / Jack G. Morrison. – Princeton : M. Wiener, ©2000. – XIV, 367 p. : ill. ; 24 cm.

The Jewish women of Ravensbruck concentration camp / Rochelle G. Saidel. – Madison : University of Wisconsin press, c2004. – XVII, 279 p., [17] c. di tav. : ill. ; 24 cm.

Frammenti di Isabella : memoria di Auschwitz / Isabella Leitner, Irving A. Leitner. – Milano : Mursia, 1996. – 113 p. ; 21 cm. ((Trad. di Silvia Madonia.

La questione dei matrimoni misti durante la persecuzione razziale in Italia, 1938-1945 : aspetti della legislazione razziale, lettere da S. Vittore e da Fossoli di Clara Pirani Cardosi, deportata e morta ad Auschwitz, documenti e testimonianze / Giuliana, Marisa, Gabriella Cardosi. – [Milano? : s.n., 1981?!. – 48 p. : ill. ; 25 cm. ((Estr. da: Libri e documenti, n. 3/80-1/81.

The Auschwitz album : Lili Jacob’s album / edited by Serge Klarsfeld. – New York : The Beate Klarsfeld foundation, <197.>. – 1 v. : ill. ; 24 x 31 cm.

Album Auschwitz / a cura di Israel Gutman, Bella Gutterman e di Marcello Pezzetti per l’edizione italiana. – Torino : Einaudi, [2008]. – XII, 255 p. : ill. ; 23 x 28 cm. ((Traduzione di Daria Cavallini

Dizionario dell’olocausto / a cura di Walter Laqueur ; edizione italiana a cura di Alberto Cavaglion. – Torino : G. Einaudi, °2004!. – XXXII, 933 p. ; 22 cm. ((Trad. di vari. – In custodia.

Non c’è una fine : trasmettere la memoria di Auschwitz / Piotr M. A. Cywinski ; traduzione e cura di Carlo Greppi. – Torino : Bollati Boringhieri, 2017. – 148 p., [8] carte di tav. : ill. ; 20 cm

La contabilità del diavolo / Monica Dogliani ; Andrea Ronchetti. – Torino : Montauk, 2016. – 367 p. : ill. ; 21 cm.

Il fotografo di Auschwitz / Luca Crippa, Maurizio Onnis. – Milano : Piemme, 2013. – 278 p., [8] carte di tav. ; 22 cm.

Testimoni della catastrofe : deposizioni di prigionieri del Sonderkommando ebraico di Auschwitz-Birkenau (1945) / a cura di Carlo Saletti. – Verona : Ombre corte, 2004. – 195 p. : ill. ; 22 cm.

La strada di casa : il ritorno in Italia dei sopravvissuti alla shoah / Elisa Guida. – Roma : Viella, 2017. – 295 p., [6] carte di carte : ill. ; 21 cm

IMG_20180124_105636

Il Presidente delle Repubblica, Sergio Mattarella, ha nominato senatrice a vita Liliana Segre, sopravvissuta al campo di concentramento Auschwitz-Birkenau  e reduce dell’olocausto .

Liliana Segre, nata a Milano il 10 settembre 1930, è una dei 25 sopravvissuti dei 776 bambini italiani di età inferiore ai 14 anni che furono deportati nel campo di concentramento di Auschwitz.

È Presidente del Comitato per le ‘Pietre d’inciampo ‘ – Milano, che raccoglie tutte le associazioni legate alla memoria della Resistenza, delle deportazioni e dell’antifascismo.


Lascia un commento

Digital Public Library of America

La Digital Public Library of America (DPLA) fornisce un unico accesso alle collezioni digitali americane. Le risorse all’interno del portale sono rappresentative del patrimonio culturale della nazione e sono accessibili e fruibili in modalità open access.

La DPLA, lanciata nel 2013, contiene oggi circa 16 milioni di oggetti digitali, provenienti da 2.300 istituzioni, tra cui biblioteche, archivi, musei, accessibili liberamente a studenti, insegnanti, ricercatori e al vasto pubblico.

I documenti sono ricercabili attraverso una mappa e una timeline oppure per argomento.
Il sito cura delle mostre virtuali tematiche sulla storia americana con il supporto di varie fonti documentali, tra cui lettere, fotografie, poster, storia orale, video clip, musica e molto altro.

Il materiale è coperto dalla licenza Creative Commons Attribution 3.0. Ulteriori informazioni sono consultabili alla pagina DPLA Terms of Service.


Lascia un commento

Schindler’s Factory – L’occupazione nazista a Cracovia

La mostra permanente Kraków under Nazi Occupation 1939–1945 è ospitata a Cracovia presso la fabbrica di stoviglie di Oskar Schindler,  l’imprenditore di origine morava la cui vicenda ha ispirato il film di Spielberg del 1993, Schindler’s List.

La mostra non narra la vicenda dell’industriale che salvò quasi 1.200 ebrei, ma la storia di Cracovia e dei suoi abitanti, polacchi ed ebrei, durante la Seconda guerra mondiale.
Si ripercorre anche l’occupazione del suolo polacco del 6 settembre 1939, ad opera dei tedeschi nazisti, che distrussero la storia delle relazioni tra i suoi abitanti, lunga secoli.

La narrazione della guerra si interseca qui con la vita quotidiana e i drammi delle persone che si trovarono ad affrontare la tragedia che sconvolse il mondo intero.

Il sito dei musei storici della città di Cracovia è ricco di immagini digitalizzate relative a manoscritti, mappe, fotografie, documenti e oggetti esposti.

Per notizie biografiche su Oskar Schindler è consultabile la voce relativa dall’Enciclopedia dell’Olocausto, a cura dello United States Holocaust Memorial Museum di Washington.


Lascia un commento

Bavarikon: portale di cultura e scienza bavarese

bavarikon

Bavarikon è un portale tedesco dedicato all’arte, alla cultura e agli studi regionali presentato dallo Stato Libero di Baviera.
Il portale contiene digitalizzazioni dei manufatti e tesori provenienti dalle istituzioni culturali e scientifiche bavaresi.

Segnaliamo le sezioni a nostro avviso più significative:

Un’altra sezione del sito è dedicata ad alcune mostre online, tra cui Martin Lutero e Ludovico II di Baviera.

Il progetto, nato nel 2013, è costantemente in divenire.
I materiali sono pubblicati con licenze Creative Commons o “Free access – no re-use”.


1 Commento

Tracce di gusto. Fonti per la storia dell’alimentazione nelle Marche

tavola

Segnaliamo la mostra online Tracce di gusto. Fonti per la storia dell’alimentazione nelle Marche, secc. XIV-XXI, realizzata nel 2015 dalla Soprintendenza archivistica e bibliografica dell’Umbria e delle Marche e dall’Archivio di Stato di Ancona in occasione di Expo.

Documenti antichi e moderni provenienti dagli Archivi di Stato di Ancona, Ascoli Piceno, Fermo, Macerata e Pesaro, nonché dagli archivi delle più antiche imprese marchigiane, interviste realizzate ad hoc per preservare la memoria di alcune attività importati per l’economia regionale, opere pittoriche, brani letterari, reperti archeologici…: ogni tipo di testimonianza è stato utilizzato per illustrare nel migliore dei modi il “racconto” della mostra.

Ecco le sezioni in cui si articola la mostra:

La sezione Galleria multimediale contiene i link ai video con interessanti interviste a ristoratori e imprenditori locali.

Per completare la mostra si offre una piccola bibliografia di testi legati alla storia dell’alimentazione.