Bibliostoria

Novità in biblioteca, eventi e risorse web interessanti per la storia


1 Commento

Canzone italiana 1900-2000

Abanner2_B

Canzone Italiana è una piattaforma per l’ascolto on line dell’inestimabile patrimonio sonoro di oltre un secolo di canzone italiana, dal 1900 al 2000 e nasce con l’obiettivo di diffondere questa importante parte della nostra cultura a un target multigenerazionale. Caratteristica distintiva del sito è il recupero storico, analitico e ragionato di una produzione fono discografica che si presenta oggi, soprattutto in rete, dispersa e non organizzata.

Il portale, nato con la collaborazione del Ministero dell’Istruzione e della Ricerca, il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, la SIAE, Associazioni di produttori indipendenti, autori, interpreti, musicisti, esperti, privati collezionisti, è una collezione di migliaia di brani provenienti dalle raccolte dell’Istituto Centrale per i Beni Sonori e Audiovisivi.

Oltre alla musica italiana, suddivisa in due periodi storici, 1900-1950 e 1950-2000, è possibile ascoltare brani provenienti dalle tradizioni popolari regionali.

Completano l’offerta contributi speciali, come:

  • mostre virtuali
  • storie
  • classifiche e cronologie
  • bibliografie
  • approfondimenti

Segnaliamo a questo proposito, tra gli approfondimenti, la Discografia nazionale della canzone italiana, archivio della produzione discografica italiana “dai primi dischi a 78 giri fino alla quasi completa cessazione di pubblicazioni su vinile (1990-91) e alla comparsa del compact disc (dal 1982)”.

Infine, nella nostra biblioteca è presente l’opera in due volumi La canzone italiana 1861-2011 : storie e testi, con collocazione 10L. 03.EG. 0566. 

Annunci


Lascia un commento

Casa della cultura: archivio streaming

z-logo

Fondata nel 1946 da Antonio Banfi e da un gruppo di intellettuali antifascisti, la Casa della Cultura è un’associazione di persone che hanno sempre creduto e credono nella democrazia culturale, che hanno cercato di approfondire e far amare valori come la libertà, l’autonomia, la consapevolezza, la tolleranza.
Nacque in un’Italia dove si desiderava riappropriarsi delle perdute libertà e democrazia.
E per tutto il tempo che ci separa da allora è stata il luogo nel quale una certa Milano progressista, civile e libera si è impegnata a fare cultura, a partecipare allo scambio di idee, a cogliere le urgenze dell’attualità.

La Casa della Cultura ospita ogni anno una serie di dibattiti, seminari e corsi a tema politico e sociale, che ha come protagonisti personalità della vita culturale milanese, italiana e internazionale.

Sono online sul sito, nella sezione video/audio, le registrazioni delle riprese streaming di circa 400 appuntamenti che si sono tenuti lo scorso anno, da settembre 2016 a giugno 2017.


Lascia un commento

Archivio digitale Fondazione Carlo Maria Martini

10 febbraio 1980, cerimonia di insediamento di Carlo Maria Martini in piazza Duomo a Milano. da Wikipedia

10 febbraio 1980, cerimonia di insediamento di Carlo Maria Martini in piazza Duomo a Milano. da Wikipedia

Martini, Carlo Maria. – Ecclesiastico italiano (Torino 1927 – Gallarate 2012).  Autorevole biblista, è stato arcivescovo di Milano (1980-2002) e dal 1983 cardinale. Rettore del Pontificio istituto biblico di Roma, sostenitore dell’ecumenismo e del dialogo fra le religioni, si è ritirato nel 2002 per dedicarsi agli studi biblici.

voce tratta da Enciclopedia Treccani

Sono da poco online i documenti relativi ai primi cinque anni di episcopato dell’arcivescovo di Milano e cardinale, biblista di fama internazionale, scomparso nel 2012.

Il progetto riguarda la digitalizzazione dei documenti  conservati dalla Fondazione Carlo Maria Martini e dall’Archivio storico della diocesi di Milano.

L’Archivio digitale mette a disposizione diverse tipologie di materiale “per conoscere la vita, il pensiero, il magistero spirituale e la missione pastorale”.

Attualmente sono consultabili:

Si ricorda che “è vietata la riproduzione, anche parziale, in qualsiasi forma o con qualsiasi mezzo su altre pagine Web, pubblicazioni e riviste cartacee e digitali, Cd-Rom ed altri prodotti editoriali,  la traduzione in altre lingue, la moltiplicazione in copie dei contenuti e delle immagini del sito senza la preventiva autorizzazione della Fondazione Carlo Maria Martini”.


1 Commento

Tracce di gusto. Fonti per la storia dell’alimentazione nelle Marche

tavola

Segnaliamo la mostra online Tracce di gusto. Fonti per la storia dell’alimentazione nelle Marche, secc. XIV-XXI, realizzata nel 2015 dalla Soprintendenza archivistica e bibliografica dell’Umbria e delle Marche e dall’Archivio di Stato di Ancona in occasione di Expo.

Documenti antichi e moderni provenienti dagli Archivi di Stato di Ancona, Ascoli Piceno, Fermo, Macerata e Pesaro, nonché dagli archivi delle più antiche imprese marchigiane, interviste realizzate ad hoc per preservare la memoria di alcune attività importati per l’economia regionale, opere pittoriche, brani letterari, reperti archeologici…: ogni tipo di testimonianza è stato utilizzato per illustrare nel migliore dei modi il “racconto” della mostra.

Ecco le sezioni in cui si articola la mostra:

La sezione Galleria multimediale contiene i link ai video con interessanti interviste a ristoratori e imprenditori locali.

Per completare la mostra si offre una piccola bibliografia di testi legati alla storia dell’alimentazione.


Lascia un commento

ToscanaNovecento: Portale di Storia Contemporanea

https://www.facebook.com/pages/ToscanaNovecento/604516919627943?sk=timeline&ref=page_internal

ToscanaNovecento

ToscanaNovecento è un interessante portale promosso dalla rete toscana degli Istituti per la Storia della Resistenza e dell’età contemporanea, con lo scopo di divulgare la conoscenza di figure, luoghi ed eventi del Novecento e raccogliere ricordi e testimonianze.

Si compone di diverse sezioni

Continua a leggere


Lascia un commento

Archivi della musica

header Il portale tematico Archivi della musica è un’iniziativa promossa dalla Direzione Generale per gli Archivi (DGA); permette di accedere agli archivi della musica del Novecento e contemporanea, per un totale di 54 istituzioni.

Ecco le sezioni in cui si articola

  • istituti: comprende l’elenco delle istituzioni che possiedono archivi musicali
  • musica ieri e oggi: evidenzia i periodi salienti nel panorama musicale del Novecento con un’attenzione particolare al contesto storico
  • protagonisti: presenta le biografie dei musicisti e compositori
  • per approfondire: schede di approfondimento su tematiche e personaggi
  • galleria multimediale: oltre 300 oggetti digitali (partiture e spartiti manoscritti e a stampa, bozzetti, figurini, manifesti, programmi di sala, recensioni, ecc.)
  • trovarchivi: ricerca per campi
  • strumenti di ricerca: elenco di siti afferenti alla musica contemporanea (work in progress)

Continua a leggere


Lascia un commento

Weddings in Eastern Europe

A young couple (Kurpie region). 1920-1930

A young couple (Kurpie region). 1920-1930

 

Tra le mostre virtuali presenti nel portale Europeana ci sembra molto interessante quella dedicata alle celebrazioni dei matrimoni nell’Europa dell’Est.

In paesi come Ungheria, Lituania, Polonia e Slovenia, i matrimoni conservano ancora tradizioni e rituali, come musica e danze, nonostante il fenomeno della globalizzazione e dell’industrializzazione.
In passato durante le cerimonie, che variavano di paese in paese, ma anche di regione in regione, si toccavano aspetti come la fertilità, la longevità, la prosperità e più in generale la felicità della coppia.

 

La mostra, con foto, video e registrazioni audio, si articoli in diversi temi:

  • suoni e immagini del passato
  • la sera prima delle nozze
  • la benedizione cerimoniale
  • lo spostamento verso la casa del marito
  • le canzoni mattutine
  • il ruolo del “matchmaker”
  • l’arrivo degli ospiti
  • il tragitto verso la chiesa
  • la cerimonia dei cappelli
  • la partenza degli ospiti