Bibliostoria

Novità in biblioteca, eventi e risorse web interessanti per la storia


Lascia un commento

MuseoFerrara: museo virtuale della città di Ferrara

Veduta del Castello Estense. Wikipedia

Veduta del Castello Estense. Wikipedia

[Il MuseoFerrara nasce su modello del MuseoTorino] come museo virtuale e reale, la cui collezione è costituita dalla città presente, considerata tanto nella sua dimensione di patrimonio storico da custodire e interpretare, quanto come organismo vivente in continuo mutamento e sviluppo.

Il Museo della Città di Ferrara, creato in occasione del 70° anniversario della Liberazione, si presenta nella duplice forma di museo ‘diffuso’, grande come la città, e di museo online, costituito dal suo sito web.

Il progetto è concepito come una nuova forma di museo, visitabile attraverso percorsi di ricerca differenti:

  • la mappa online della città: cliccando su un punto di interesse “si trovano informazioni e approfondimenti su luoghi, eventi, soggetti e temi legati alla città”
  • i percorsi tematici, che possono essere proposti anche dai visitatori
  • il catalogo del museo
  • la mediateca, ovvero fototeca, biblioteca e videoteca con immagini e indicazioni bibliografiche.

Segnaliamo la Biblioteca digitale che mette a disposizione opere su Ferrara e la sua storia, a partire da edizioni antiche e rare. I testi sono scaricabili in formato pdf oppure ebook.


Lascia un commento

Europa, le grandi Trasformazioni

europe_map

E’ online da pochi giorni il portale Europa, le grandi Trasformazioni che illustra la storia del nostro continente, dal Risorgimento attraverso tutto il Novecento.

Si tratta di un progetto di Fondazione Giangiacomo Feltrinelli in collaborazione con Accademia Nazionale di Santa Cecilia, Fondazione Istituto Gramsci e Fondazione Cariplo.
Il progetto ha lo scopo di  “presentare le fonti, i materiali e gli esiti delle ricerche effettuate sulla storia d’Europa a partire dal patrimonio di libri, documenti, immagini, manoscritti e fonti di archivio”.

Il viaggio si snoda tra fotografie, video, interviste, e-book scaricabili, documenti e lezioni di storia ed è guidato da David Bidussa, storico e responsabile editoriale della Fondazione Giangiacomo Feltrinelli.

 All’interno del portale è stato creato anche un accesso alla Biblioteca digitale, che ha l’obiettivo di “riversare in formato digitale le fonti archivistiche e bibliografiche sulle scienze sociali conservate dalla Fondazione Giangiacomo Feltrinelli”.


1 Commento

Le temps des cathédrales: documentario di Georges Duby

le temps des cathedralesSegnaliamo la possibilità di vedere, su youtube, il documentario “Le temps des Cathédrales“, realizzato a partire dall’opera di Georges Duby, con la partecipazione ed il commento dello stesso storico.

Il documentario, suddiviso in nove episodi, è stato realizzato nel 1978 da Roland Darbois e tratta del continuo intrecciarsi tra arte e società lungo il corso di tutta l’età medievale:

  • L’Europe de l’an mil (50 min)
  • La quête de Dieu (49 min)
  • Dieu est lumière (52 min)
  • La cathédrale, la ville, l’école (53 min)
  • Louis IX, roi chevalier et saint (50 min)
  • Les nations s’affirment (52 min)
  • Le tournant du 14e siècle (54 min)
  • Le bonheur et la mort (52 min)
  • Vers les temps nouveaux (50 min)

L’opera da cui è tratta la trasposizione video è “Le temps des cathédrales”, di cui è disponibile consultare un’anteprima sul sito dell’editore Gallimard (in lingua francese).
In biblioteca è invece disponibile la traduzione italiana:
L’ arte e la società medievale / Georges Duby, Roma ; Bari : Laterza, 1981, VI, 404 p. ; 21 cm.
10L. 02.C. 0221


Lascia un commento

ModiSCA: biblioteca digitale dell’alpinismo lombardo

Sugli sci ai Piani Resinelli. Anni 1920-1930. © 2009 Archivio Benini

Sugli sci ai Piani Resinelli. Anni 1920-1930. © 2009 Archivio Benini

ModiSCA (MOntagne di SCAtti) è una biblioteca digitale che raccoglie foto, documenti, filmati, interviste a personaggi dell’alpinismo lombardo e materiale sulla vita montana. Il patrimonio attualmente acquisito è di circa 25.000 foto, 30 filmati storici, 12.000 scansioni da riviste e libri storici, 30 interviste filmate a personaggi dell’alpinismo lombardo, basi di dati e 500 pagine di cronaca alpinistica.

Il progetto, realizzato grazie alla Comunità Montana Lario Orientale e Valle San Martino e cofinanziato da Regione Lombardia e Provincia di Lecco, ha lo scopo di “salvaguardare, custodire e trasmettere il patrimonio culturale legato alla montagna lombarda“, che spesso si trova disperso in fondi privati non accessibili.

La partecipazione all’archivio condiviso è aperta a tutti; il materiale è distribuito sotto licenza Creative Commons.


Lascia un commento

Antonio Gramsci: risorse utili

giustizia e libertà

Giustizia e libertà del 30/04/1937 tratto dalla biblioteca Gino Bianco http://www.bibliotecaginobianco.it/?e=flip&id=4

Nella ricorrenza della morte di Antonio Gramsci (27 aprile 1937) segnaliamo alcune risorse utili per conoscere la figura del fondatore del partito comunista italiano (oltre che storico, filosofo e scrittore)

 


1 Commento

Atlante delle Stragi Naziste e Fasciste in Italia

http://www.italia-resistenza.it/in_evidenza/atlante-delle-stragi-nazifasciste-1136/

Dal portale INSMLI

E’ oggi online l’interessante progetto promosso in collaborazione dall’Istituto nazionale per la storia del movimento di liberazione in Italia (INSMLI) e dall’Associazione nazionale partigiani d’Italia (ANPI), che vuole fornire “un quadro completo degli episodi di violenza contro i civili commessi dall’esercito tedesco e dai suoi alleati fascisti in Italia tra il 1943 e il 1945“.

L’Atlante delle stragi naziste e fasciste – che raccoglie i risultati della ricerca condotta [dai promotori] – si compone di una banca dati e dei materiali di corredo (documentari, iconografici, video) correlati agli episodi censiti, ospitati all’interno del sito web. Nella banca dati sono state catalogate e analizzate tutte le stragi e le uccisioni singole di civili e partigiani uccisi al di fuori dello scontro armato, commesse da reparti tedeschi e della Repubblica Sociale Italiana in Italia dopo l’8 settembre 1943, a partire dalle prime uccisioni nel Meridione fino alle stragi della ritirata eseguite in Piemonte, Lombardia e Trentino Alto Adige nei giorni successivi alla liberazione.

La ricerca è molto semplice e, nello stesso tempo, accurata.  I filtri sono parecchi ed è possibile vedere i luoghi delle stragi attraverso una ricca mappa (con vista anche da satellite).

Ogni episodio è accompagnato da una scheda descrittiva in pdf, con l’indicazione delle fonti archivistiche e della bibliografia.


1 Commento

Rete Archivio Sonoro: archivi di musica popolare dalle regioni italiane

archivio sonoro

Il progetto archivio sonoro si pone come obiettivo il recupero e la condivisione del patrimonio legato alla musica popolare delle regioni italiane.

Grazie alla collaborazione con le principali strutture di settore e il concorso di numerosi ricercatori, è stato possibile raccogliere un’ingente mole di materiali sonori, audiovisivi e fotografici che, per ogni regione, costituisce la più ampia documentazione esistente sulle musiche di tradizione orale, colte in una dimensione diacronica, dalle prime rilevazioni degli anni Cinquanta del secolo scorso fino ai nostri giorni. (http://www.archiviosonoro.org/il-progetto.html)

Archivio Sonoro è promosso dall’associazione culturale Altrosud, d’intesa con il Ministero per i Beni e le Attività Culturali – Direzione Generale per gli Archivi.

Attualmente sono disponibili per la consultazione online i seguenti archivi:

Oltre a scorrere le collezioni di ciascun archivio è possibile effettuare una ricerca nell’archivio generale o per singolo fondo o raccolta: http://www.archiviosonoro.org/cerca-nell-archivio.html

E’ anche possibile collaborare al progetto, seguendo le indicazioni riportate alla pagina http://www.archiviosonoro.org/il-progetto.html