Bibliostoria

Novità in biblioteca, eventi e risorse web interessanti per la storia


Lascia un commento

Antonio Gramsci: risorse utili

giustizia e libertà

Giustizia e libertà del 30/04/1937 tratto dalla biblioteca Gino Bianco http://www.bibliotecaginobianco.it/?e=flip&id=4

Nella ricorrenza della morte di Antonio Gramsci (27 aprile 1937) segnaliamo alcune risorse utili per conoscere la figura del fondatore del partito comunista italiano (oltre che storico, filosofo e scrittore)

 


1 Commento

Atlante delle Stragi Naziste e Fasciste in Italia

http://www.italia-resistenza.it/in_evidenza/atlante-delle-stragi-nazifasciste-1136/

Dal portale INSMLI

E’ oggi online l’interessante progetto promosso in collaborazione dall’Istituto nazionale per la storia del movimento di liberazione in Italia (INSMLI) e dall’Associazione nazionale partigiani d’Italia (ANPI), che vuole fornire “un quadro completo degli episodi di violenza contro i civili commessi dall’esercito tedesco e dai suoi alleati fascisti in Italia tra il 1943 e il 1945“.

L’Atlante delle stragi naziste e fasciste – che raccoglie i risultati della ricerca condotta [dai promotori] – si compone di una banca dati e dei materiali di corredo (documentari, iconografici, video) correlati agli episodi censiti, ospitati all’interno del sito web. Nella banca dati sono state catalogate e analizzate tutte le stragi e le uccisioni singole di civili e partigiani uccisi al di fuori dello scontro armato, commesse da reparti tedeschi e della Repubblica Sociale Italiana in Italia dopo l’8 settembre 1943, a partire dalle prime uccisioni nel Meridione fino alle stragi della ritirata eseguite in Piemonte, Lombardia e Trentino Alto Adige nei giorni successivi alla liberazione.

La ricerca è molto semplice e, nello stesso tempo, accurata.  I filtri sono parecchi ed è possibile vedere i luoghi delle stragi attraverso una ricca mappa (con vista anche da satellite).

Ogni episodio è accompagnato da una scheda descrittiva in pdf, con l’indicazione delle fonti archivistiche e della bibliografia.


1 Commento

Rete Archivio Sonoro: archivi di musica popolare dalle regioni italiane

archivio sonoro

Il progetto archivio sonoro si pone come obiettivo il recupero e la condivisione del patrimonio legato alla musica popolare delle regioni italiane.

Grazie alla collaborazione con le principali strutture di settore e il concorso di numerosi ricercatori, è stato possibile raccogliere un’ingente mole di materiali sonori, audiovisivi e fotografici che, per ogni regione, costituisce la più ampia documentazione esistente sulle musiche di tradizione orale, colte in una dimensione diacronica, dalle prime rilevazioni degli anni Cinquanta del secolo scorso fino ai nostri giorni. (http://www.archiviosonoro.org/il-progetto.html)

Archivio Sonoro è promosso dall’associazione culturale Altrosud, d’intesa con il Ministero per i Beni e le Attività Culturali – Direzione Generale per gli Archivi.

Attualmente sono disponibili per la consultazione online i seguenti archivi:

Oltre a scorrere le collezioni di ciascun archivio è possibile effettuare una ricerca nell’archivio generale o per singolo fondo o raccolta: http://www.archiviosonoro.org/cerca-nell-archivio.html

E’ anche possibile collaborare al progetto, seguendo le indicazioni riportate alla pagina http://www.archiviosonoro.org/il-progetto.html


3 commenti

Phaidra: collezioni digitali dell’Università di Padova

Fondi speciali: libri antichi e rari di Ca' Foscari

Fondi speciali: libri antichi e rari di Ca’ Foscari

Phaidra “è la piattaforma unica per la gestione e l’archiviazione delle collezioni digitali (digitali native e digitalizzate)” dell’Università degli Studi di Padova.

La piattaforma contiene 90.000 oggetti digitali, tra cui immagini, documenti, libri, audio, musica, video e risorse per la didattica.

Ogni oggetto è descritto accuratamente con metadati completi, visualizzabile e scaricabile.

“Grazie ad un sistema controllato di licenze, le risorse presenti in Phaidra possono essere riutilizzate per fini didattici o di ricerca senza incorrere in violazioni della legge sul diritto d’autore”.


Lascia un commento

Giorno della memoria 2016: memorie storiche da Theresienstadt

“La Repubblica italiana riconosce il giorno 27 gennaio, data dell’abbattimento dei cancelli di Auschwitz, “Giorno della Memoria”, al fine di ricordare la Shoah (sterminio del popolo ebraico), le leggi razziali, la persecuzione italiana dei cittadini ebrei, gli italiani che hanno subito la deportazione, la prigionia, la morte, nonché coloro che, anche in campi e schieramenti diversi, si sono opposti al progetto di sterminio, ed a rischio della propria vita hanno salvato altre vite e protetto i perseguitati.”
Legge 20 luglio 2000, n. 211

terezin mappa

Pianta di Terezin, da olokaustos.org

In occasione del 27 gennaio, giorno della Memoria, segnaliamo alcune risorse disponibili online riguardanti il campo di concentramento di Terezin.

Per delle informazioni generali sul campo, consigliamo i materiali didattici Il ghetto di Terezin disponibili online sul sito dell’editrice Sei e dedicati alla scuola secondaria di secondo grado.

Dallo Steven Spielberg Film and Video Archive segnaliamo invece alcuni filmati riguardanti Terezin e comprendenti il video di propaganda realizzato sul campo dal regime nazista ed alcune testimonianze di ex deportati.

Dalle biblioteche dell’università consigliamo invece i seguenti titoli:


Lascia un commento

Luoghi, persone, lavoro

header-bkg

Segnaliamo il sito del progetto Luoghi, persone, lavoro, finanziato dalla Provincia di Lecco e coordinato dalla Cooperativa BRIG Cultura e Territorio, che si propone di sensibilizzare la cittadinanza dei quattro comuni del lecchese coinvolti per valorizzare la storia sociale del territorio attraverso fonti orali e archivi locali.

Il portale permette la ricerca nel database che contiene circa 500 documenti degli archivi comunali che trattano temi legati al commercio storico e all’evoluzione urbanistica dei paesi tra Otto e Novecento.

Nelle Gallerie multimediali è possibile trovare alcuni materiali di ricerca audio (interviste), video e fotografici, relativi ai comuni interessati.
In particolare molti sono i documenti e le immagini relative alla storica azienda brianzola Vismara, famoso marchio dell’industria salumiera italiana.


Lascia un commento

Archivio Storico Magneti Marelli

L’Archivio Storico della Magneti Marelli ricostruisce la storia dell’azienda, fondata nel 1919 da Ercole Marelli (con il nome Fabbrica Italiana Magneti Marelli), per rispondere alla crescente necessità di magneti d’accensione rivolti al mercato automobilistico e per l’aviazione.

L’intento è ripercorre la storia dalla nascita fino agli anni 2000, attraverso: “un archivio immagine e comunicazione con 20.000 immagini, 500 filmati e oltre 2000 documenti come riviste aziendali, brochure, pubblicità e rassegne stampa; un archivio tecnico con oltre 1000 documenti tra cataloghi prodotto, manuali e disegni tecnici; un archivio del personale che conserva libri matricola, relazioni delle assemblee generali, e bilanci”.

Online troviamo una timeline con foto, documenti e video relativi all’evoluzione del gruppo fino al 2010.

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Segui assieme ad altri 1.452 follower