Bibliostoria

Novità in biblioteca, eventi e risorse web interessanti per la storia


Lascia un commento

Codici decorati braidensi dei secoli 13.-17.

Braidense_AC_XIII_41_0009.jpg_1944330702

Sono online i manoscritti digitalizzati provenienti dalle raccolte della Biblioteca nazionale Braidense, che sono stati scelti tra quelli più importanti all’interno dei fondi.

Elenchiamo di seguito alcuni titoli rappresentativi:

  • la Geografia di Francesco Berlinghieri (AC.XIX.44), allestita per Lorenzo il Magnifico
  • il codice miniato quattrocentesco della Leggenda di Josaphat e Barlaam (AC.XI.37)
  • la Legenda aurea di Jacopo da Varagine datata 1493 (AE.XIV.19-20)
  • due Uffici mariani (AC.VIII.28 e 32)
  • il Graduale Carthusianum (AD.XII:20), della Certosa di Garegnano
  • il Missale ad usum Ordinis Carthusiensis (AG.XII.1), della Certosa di Pavia
  • un codice fiorentino miniato della terza cantica della Divina Commedia, con i commenti di Jacopo della Lana (AG.XII.2)

I manoscritti sono consultabili dal portale Internet Culturale.

Annunci


Lascia un commento

The British Newspaper Archive

twitter-072017-balanced-940x400-1-300x128

The British Newspaper Archive è  una risorsa pubblicata da Findmypast in collaborazione con la British Library.

La collezione contiene la digitalizzazione di 700 periodici inglesi e irlandesi, stampati tra l’inizio del XVIII secolo e gli anni ’50 del 1900, per un totale di più di 20 milioni di pagine ricercabili.
I periodici coprono tutte le notizie del periodo a livello locale, regionale e nazionale.

E’ possibile applicare diversi filtri in fase di ricerca

  • Family notices: nascite, morti, matrimoni ecc…
  • Necrologi
  • News articles: eventi nazionali
  • Illustrazioni
  • Pubblicità
  • Lettere: rubriche dei lettori

La ricerca all’interno dell’archivio è libera; per avere accesso illimitato alle pagine digitalizzate è necessario pagare un abbonamento.

Il progetto è in costante aggiornamento.


Lascia un commento

Fondo Giornali Pisani

Pisa.Un_Giornali01.jpg_1944330739

Si tratta di un piccolo fondo, frutto del progetto di digitalizzazione avviato dalla Biblioteca universitaria di Pisa.

Il fondo denominato Giornali Pisani è composto da 10 testate che appartengono alla fine dell’Ottocento e all’inizio del Novecento, estremamente interessanti per la documentazione che forniscono della storia della vita artistica, culturale e politica della città di Pisa e della sua provincia.

Ecco l’elenco dei periodici disponibili ad oggi:

  • La Provincia di Pisa (dal 1870 al 1915)
  • Il ponte di Pisa (dal 1893 al 1934)
  • Corriere dell’Arno (dal 1873 al 1894)
  • La Croce pisana (dal 1874 al 1902)
  • L’Educatore del popolo (dal 1865 al 1866)
  • L’Italia (dal 1847 al 1848)
  • La Torre di Pisa (dal 1873 al 1874)
  • La Gazzetta di Pisa (dal 1868 al 1869)
  • Il Risorgimento di Pisa (dal 1873 al 1876)
  • L’eco dell’Era (dal 1889 al 1890)


Lascia un commento

Digital Public Library of America

La Digital Public Library of America (DPLA) fornisce un unico accesso alle collezioni digitali americane. Le risorse all’interno del portale sono rappresentative del patrimonio culturale della nazione e sono accessibili e fruibili in modalità open access.

La DPLA, lanciata nel 2013, contiene oggi circa 16 milioni di oggetti digitali, provenienti da 2.300 istituzioni, tra cui biblioteche, archivi, musei, accessibili liberamente a studenti, insegnanti, ricercatori e al vasto pubblico.

I documenti sono ricercabili attraverso una mappa e una timeline oppure per argomento.
Il sito cura delle mostre virtuali tematiche sulla storia americana con il supporto di varie fonti documentali, tra cui lettere, fotografie, poster, storia orale, video clip, musica e molto altro.

Il materiale è coperto dalla licenza Creative Commons Attribution 3.0. Ulteriori informazioni sono consultabili alla pagina DPLA Terms of Service.


Lascia un commento

Manoscritti ebraici digitalizzati

La Biblioteca Nazionale di Israele ha da poco digitalizzato la propria collezione di copie di manoscritti ebraici, con il contributo della Friedberg Jewish Manuscript Society e del Progetto Landmarks del Ministero israeliano per Gerusalemme.

Per migliaia di anni gli ebrei usarono la scrittura per esprimere le proprie credenze religiose e la propria conoscenza scientifica. Furono assiduamente trascritte le preghiere, i costumi, la storia delle comunità e le conoscenze, religiose e secolari, di un gran numero di discipline.

I manoscritti e i documenti ebraici viaggiarono poi attraverso i paesi e i continenti.
David Ben-Gurion, Primo ministro del nuovo Stato di Israele decise di riunire in un’unica collezione copia di tutti i manoscritti presenti nel mondo, fondando l’Institute of Microfilmed Hebrew Manuscripts.
Nel 1963 l’Istituto entrò a far parte della National Library of Israel, che continua oggi a collezionare copie di manoscritti, fino al 95% della totalità di essi.

Le collezioni provengono dalle maggiori biblioteche del mondo, tra cui la Biblioteca Palatina di Parma.
Ad oggi sono presenti nel portale 45 collezioni, che coprono diversi temi:

 


Lascia un commento

The Suffrage Postcard Project

220px-Milhousdrawing

It Doesn’t Unsex Her–a women’s suffrage postcard from 1915. Fonte: Wikipedia

Il sito The Suffrage Postcard Project è un’iniziativa a cura di Kristin Allukian, The University of South Florida e Ana Stevenson, University of the Free State, South Africa.

Il progetto si concentra sulle illustrazioni e immagini di mascolinità e paternità che circolarono negli Stati Uniti durante i primi anni del Novecento, nelle cartoline pro e anti suffragio.
Molto fu detto e pubblicato sulla rappresentazione delle donne, ma gli studiosi spesso trascurarono l’aspetto della virilità, che fu ugualmente centrale nella costruzione del dibattito.
Le immagini contenute nel sito furono pubblicate tra il 1909 e il 1919, la decade che portò all’approvazione del XIX emendamento della Costituzione che concesse il voto alle donne.

Oltre alla ricerca è possibile scorrere le collezioni o le cartoline; il sito è inoltre corredato da un’interessante bibliografia sull’argomento.


Lascia un commento

Periodici locali della Biblioteca civica Barrili di Savona

Barrili_Savona_Periodici01_jpg_1944328875

Si tratta di un piccolo fondo di Storia locale, formato da periodici pervenuti in dono o per Diritto di stampa.

Questa sezione è formata principalmente da pubblicazioni periodiche che vanno dalla metà del 1800 sino agli anni ´20 del 1900 e rappresentano le tracce più importanti dello sviluppo che Savona conobbe in quell´epoca e che significò per essa un notevole ampliamento sia da un punto di vista urbanistico che demografico.

Ecco alcune delle testate digitalizzate e consultabili dal portale Internet culturale:

  • Il Popolano ligure
  • Il Saggiatore
  • Il Diario savonese
  • La Gazzetta di Savona
  • Il Letimbro
  • La Liguria Occidentale
  • Il Mare
  • Il Marciapiede
  • La voce dei Lavoratori
  • La Penna
  • La Voce Savonese
  • Bandiera Rossa