Bibliostoria

Novità in biblioteca, eventi e risorse web interessanti per la storia


Lascia un commento

Periodici lucani

Potenza_nazionale_Periodici01

La collezione, posseduta dalla Biblioteca nazionale di Potenza, comprende 26 periodici cartacei e 132 periodici in microfilm, per un totale di 158 testate stampate, tra il 1854 ed il 1958, prevalentemente in Basilicata.

Benché siano, ormai, difficilmente reperibili sul mercato antiquario, oggi, grazie alla digitalizzazione, risultano facilmente fruibili, non soltanto in sede locale, ma anche via web. La produzione della copia digitale soddisfa, inoltre, l’importante esigenza di tutelare il materiale posseduto, preservandolo da eventuali ulteriori danni.

“Tra i periodici della collezione, si segnalano le annate 1953-1958 della rivista Civiltà delle Macchine, diretta dal poeta ing. Leonardo Sinisgalli, nato a Montemurro (PZ) nel 1908″.


Lascia un commento

Copac: metacalogo delle biblioteche anglosassoni

header

Copac è un metacatalogo che interroga i cataloghi delle 90 maggiori biblioteche di Regno Unito e Irlanda.

Con una singola ricerca è possibile scoprire il posseduto delle maggiori biblioteche nazionali (tra cui la British Library), universitarie (come Oxford e Cambridge) e biblioteche specialistiche; il numero delle biblioteche è in costante crescita.

Il metacatalogo offre tre opzioni: quick search, main search con molti più campi e una map search specifica per la localizzazione del materiale cartografico.
E’ possibile anche creare un’area personale per salvare le proprie ricerche e costruire bibliografie.


Lascia un commento

American Journeys: documenti delle esplorazioni nel continente americano

Nel Portale American Journeys, fondato dall’ U.S. Institute of Museum & Library Services e da donatori privati,è possibile trovare immagini e documenti digitalizzati relativi alle esplorazioni del continente americano. American Journeys è un progetto realizzato grazie ad una collaborazione tra la  Wisconsin Historical Society ed il National History Day statunitense.

Tra i 150 documenti scritti (libri e manoscritti) si trovano anche il diario di bordo della prima spedizione di Cristoforo Colombo (tratto da una pubblicazione del 1906) o la lettera di Colombo a Santangel del 1493. Ogni documento è corredato d auna ricca scheda informativa, che comprende anche le corrette modalità di citazione dei documenti ed i diritti di utilizzo delle immagini.

Interessante anche la sezione dedicata ai docenti (pensata principalmente per l’ambito statunitense), con esempi di lezioni su temi trasversali realizzate utilizzando i materiali contenuti nel sito.


Lascia un commento

London Lives 1690 to 1800. Crime, Poverty and Social Policy in the metropolis

Il portale London Lives 1690 to 1800, fornisce l’accesso a una vasta raccolta di fonti primarie relative alla Londra del XVIII secolo, con un particolare  riferimento ai comuni abitanti della metropoli.
Il progetto, fondato da ESRC, e implementato dal Humanities Research Institute della University of Sheffield e l’Higher Education Digitisation Service della University of Hertfordshire, include più di 240.000 manoscritti e materiale a stampa provenienti da 8 archivi londinesi e 15 dataset e fornisce l’accesso a più di 3 milioni di biografie.

Le pagine Historical Background offrono un aiuto per ricostruire le condizioni di vita della popolazione, ovvero crimine, povertà, malattie, lavoro, apprendistato, politica, economia e diritto di voto.

Le modalità di ricerca sono svariate: ricerca per parola chiave, nome di persona, numero identificativo del manoscritto e tipo di documento.

Per l’utilizzo del materiale e la modalità di citazione è necessario rispettare i termini d’uso espressi nella sezione Copyright and Citation Guide.


Lascia un commento

L’Università di Torino e la Grande Guerra

I volti degli studenti caduti al fronte

I volti degli studenti caduti al fronte

L’interessante mostra virtuale a cura dell’Università di Torino, presenta “le fonti archivistiche, bibliografiche e museali che documentano il contributo dell’Ateneo all’innovazione – indotta e accelerata dallo sforzo bellico – in campo scientifico, medico, sociale e culturale”.

L’iniziativa si colloca nell’ambito delle celebrazioni per il Centenario della Prima guerra mondiale ed è distribuita con licenza Creative Commons.

La collezione include la pubblicistica del corpo accademico nel decennio 1914-1924 influenzata dalla guerra, le immagini degli aspiranti piloti selezionati dal Laboratorio dell’Istituto di Fisiologia, i volti e le vite degli studenti caduti al fronte, il contributo all’assistenza dei combattenti e al conforto dei prigionieri.

Tutti i  documenti sono corredati da una descrizione dettagliata e quelli posseduti dalle Biblioteche possono essere scaricati in formato pdf; inoltre troviamo una bibliografia di Annuari e Pubblicazioni sulla storia dell’Ateneo disponibili online.

La mostra è stata presentata ufficialmente il  26 gennaio 2016  presso la  Biblioteca storica di Ateneo “A. Graf”.


Lascia un commento

Giorno della memoria 2016: memorie storiche da Theresienstadt

“La Repubblica italiana riconosce il giorno 27 gennaio, data dell’abbattimento dei cancelli di Auschwitz, “Giorno della Memoria”, al fine di ricordare la Shoah (sterminio del popolo ebraico), le leggi razziali, la persecuzione italiana dei cittadini ebrei, gli italiani che hanno subito la deportazione, la prigionia, la morte, nonché coloro che, anche in campi e schieramenti diversi, si sono opposti al progetto di sterminio, ed a rischio della propria vita hanno salvato altre vite e protetto i perseguitati.”
Legge 20 luglio 2000, n. 211

terezin mappa

Pianta di Terezin, da olokaustos.org

In occasione del 27 gennaio, giorno della Memoria, segnaliamo alcune risorse disponibili online riguardanti il campo di concentramento di Terezin.

Per delle informazioni generali sul campo, consigliamo i materiali didattici Il ghetto di Terezin disponibili online sul sito dell’editrice Sei e dedicati alla scuola secondaria di secondo grado.

Dallo Steven Spielberg Film and Video Archive segnaliamo invece alcuni filmati riguardanti Terezin e comprendenti il video di propaganda realizzato sul campo dal regime nazista ed alcune testimonianze di ex deportati.

Dalle biblioteche dell’università consigliamo invece i seguenti titoli:


Lascia un commento

New York Public Library: materiali di pubblico dominio online

pd_banner_magnified_3

Lo scorso 6 gennaio la New York Public Library ha annunciato la messa in linea di  più di 180.000 documenti, tra fotografie, cartoline, manoscritti, mappe e altri materiali di pubblico dominio da condividere e riutilizzare senza restrizioni.

I materiali sono scaricabili in alta risoluzione dalla pagina delle Collezioni digitali.
Il progetto rappresenta un accesso semplificato per studiosi, ma anche semplici utilizzatori della rete, a un tesoro di documenti unici e rari.

Riportiamo dal sito alcune delle collezioni incluse:

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Segui assieme ad altri 1.366 follower