Bibliostoria

Novità in biblioteca, eventi e risorse web interessanti per la storia


Lascia un commento

Bandi e bolle pontificie del XVI secolo nella Biblioteca Nazionale Centrale di Roma

Bandi e bolle pontificie del XVI secolo è un progetto di digitalizzazione promosso e coordinato dall’ICCU.
La collezione, comprensiva di circa 1100 documenti, è costituita da bandi e bolle pontificie tratte da alcune raccolte della Biblioteca Nazionale Centrale di Roma; non ricopre pertanto, relativamente a questa tipologia di materiale, tutto il posseduto dalla Biblioteca.

Si tratta di pubblicazioni a carattere ufficiale (bandi, lettere, decreti, bolle pontificie, brevi, motuproprii) riguardanti principalmente lo Stato Pontificio e per lo più pubblicate dagli stampatori camerali Antonio Blado ed eredi, che ne avevano la privativa. Evidente è l’intento normativo di questo materiale, che aveva come scopo di regolare in ogni aspetto la vita di tutti i cittadini o di particolari categorie (notai, ebrei, banditi, prostitute, tribunali, monasteri ed altri), mediante divieti, tasse, privilegi, concessioni, giubilei, indulgenze etc.

La descrizione bibliografica è tratta dalla base dati EDIT16 (Censimento nazionale delle edizioni italiane del XVI secolo).


Lascia un commento

Le biblioteche degli ordini regolari in Italia alla fine del sec. XVI

Le biblioteche degli ordini regolari in Italia alla fine del secolo XVI è la banca dati che, previa registrazione, permette di fare ricerche nella trascrizione integrale delle liste dei libri posseduti dai conventi e dai monasteri italiani e acquisite dalla S. Congregazione dell’Indice dei libri proibiti dopo la pubblicazione dell’Index librorum prohibitorum da parte di papa Clemente VIII nel 1596; il periodo storico coperto arriva fino al 1603.
Le liste sono presenti nei codici Vaticani Latini 11266-11326, riguardano 31 ordini regolari maschili e contengono elenchi corrispondenti a biblioteche monastiche e conventuali ovvero in uso di singoli monaci e frati. Occasionalmente sono stati inclusi nei codici anche liste di libri di monache, di ecclesiastici e di laici.

Per ciascuno degli item contenuti nelle liste sono stati indicizzati gli elementi bibliografici e, laddove possibile, è stata individuata l’edizione a stampa corrispondente ai titoli.


Lascia un commento

Regesta Imperii

L’OPAC del progetto Regesta Imperii è un database liberamente accessibile online che copre tutte le discipline delle scienze medievali per la sfera linguistica europea (ampia copertura è data all’ambito italiano).

Uno degli scopi principali del catalogo è lo spoglio della letteratura proveniente da pubblicazioni e riviste dalle origini più remote.
Si tratta di uno strumento per la ricerca accademica che non fornisce alcuna informazione sulla disponibilità e l’accesso al documento.

E’ possibile compiere una ricerca semplice o avanzata, utilizzare un thesaurus specifico, oppure cercare per titolo o autore.


Lascia un commento

Repertorio dei nomi di famiglia svizzeri

Il “Repertorio dei nomi di famiglia svizzeri” riporta in ordine alfabetico tutte le famiglie che nel 1962 possedevano la cittadinanza di un comune svizzero.
Per ogni famiglia vengono elencati il luogo di origine e la data dell’ottenimento del diritto di cittadinanza come pure il luogo o il Paese di provenienza.

La homepage rende liberamente accessibili in internet gli oltre 48.500 nomi di famiglia dell’edizione a stampa, ormai esaurita, attraverso funzioni di ricerca di facile utilizzo.


Lascia un commento

Titanic Collection

In occasione del centesimo anniversario dell’affondamento del Titanic sono state pubblicate on line dal sito di “family history” Ancestry.co.uk. più di 200.000 notizie relative ai superstiti e alle 1.500 vittime della tragedia che si è consumata il 15 aprile 1912.

Creando un accound free è possibile visualizzare la lista ufficiale dei passeggeri con il nome, l’età e l’occupazione di ognuno.


Lascia un commento

Nelson Mandela Digital Archives

E’ on line l’Archivio digitale dedicato a Nelson Mandela.
Il progetto ha lo scopo di localizzare, documentare, digitalizzare e dare accesso a tutti i materiali d’archivio relativi al politico sudafricano.

Si tratta di un lavoro in progress; al momento l’archivio comprende foto, libri, diari e calendari, video, lettere, poster, card e documenti legali.

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 817 follower